10 feb 2009

Rai.tv

Ottimo passo avanti di mamma Rai sulla convergenza e sulla multicanalità.

Il nuovo palinsesto di Rai.tv è davvero un salto in avanti lodevole e meritorio di plauso. Concorrente di Yalp e molto simile, nella logica, ad Arte.tv.

image


Commentavo con Antonio, in un suo precedente post, e manifestavo una mia visione “talebana” su questi scenari:

a) la tv ha bisogno del web mentre il web non ha bisogno della tv;

b) la web tv raggiungerà il massimo della sua espressione quando i servizi di web streaming saranno fruibili grazie all’accesso di rete non mediato (ethernet wi-fi) e al firmware (built-in) ottimizzato per il web;

c) il mio punto di riferimento è sempre Boxee, perchè unisce l’on demand con il videosharing e gli user generated content;

d) il digitale terrestre ha poco senso e lo avrà ancora per un paio di generazioni;

e) l’ IpTv mi da i nervi perchè, sinora, è stata offerta come scatola chiusa;

e) il futuro è “web mobile tv” (banda permettendo).

Così parlò…….:-)

5 commenti:

Gio ha detto...

Ma perchè con Silverlight????
Da Linux non c'è modo di farlo andare, anche usando la versione "open" moonlight!

Gigi Cogo ha detto...

@gio

http://www.mono-project.com/Moonlight

antoniocontent ha detto...

e se qualcuno...qualcuno a caso :-) proponesse l'IPTV aperta???

a

Gio ha detto...

Come ho scritto nel primo commento, anche con moonlight non funzia... mi chiede una versione superiore di silverlight.

Gigi Cogo ha detto...

@Antonio,
amo il concetto di "naked".
Ad esempo, a casa ho sempre avuto Tiscali come connettività perchè mi da il tubo "nudo".
Ecco l'IPTV dovrebbe essere così!
Ma non lo è. Almeno in Italia.