11 feb 2009

Rai.tv con Linux

Ho letto diversi post che criticano o dubitano della scelta di Rai di utilizzare Silverlight di Microsoft come alternativa a Macromedia Flash per il nuovo portale Rai.Tv.

L’accusa è quella di tagliar fuori Linux. A me non sembra. E’ sufficiente installare la plugin: http://www.mono-project.com/Moonlight come avevo già scritto ieri pomeriggio in risposta ai primi commenti, e tutto funziona:

2

Viva il pluralismo!

1

8 commenti:

Matteo ha detto...

Per informazione, usando il "vero" Silverlight è possibile ingrandire la dimensione del video?

Detto questo, ribadisco con forza un concetto che ho già espresso tempo fa, in particolare quando scrivevo "non è il mondo che è migliorato, è Linux che ha cercato di adattarsi, come è sempre stato, alle schifezze degli altri". Si sappia :)

Gigi Cogo ha detto...

@matteo,

lo sai che ti voglio bene :-)
Purtroppo nella vita il compromesso va messo sempre in conto :-)

Matteo ha detto...

Eh, ma queste cose mi danno fastidio nel privato (dove non pago io), figuriamoci nel pubblico (dove pago anch'io)... comunque con Silverlight si può ingrandire il video? Giusto per capire se sono, per l'ennesima volta, un disabile digitale... :-P

Gigi Cogo ha detto...

No, non lo fa! Fa solo una preview sul wall prima di scegliere il canale.
Ma penso sia voluto da chi ha programmato l'applicazione in Silverlight.

Per fare nativamente quello che dici tu dovrebbero passare a Cooliris dove c'è già la preview per Linux

Anonimo ha detto...

A proposito di pubblico, non per difendere la Rai, ma hai presente quanto sarebbero costati i server per lo streaming in Flash????

Gigi Cogo ha detto...

@anonimo

non, non lo so. Tu lo sai?

lv ha detto...

Gigi, non conta (troppo) la difficoltà di utilizzo con linux. Un servizio pubblico come quello RAI (sarebbe inutile ripetere che lo paghiamo noi, per giunta siamo costretti a farlo) deve garantire l'accesso alle fasce più ampie della popolazione, e per fare questo è tenuto ad utilizzare le tecnologie più diffuse, quello che è considerato il riferimento per il video online. Nonostante (anche) queste siano proprietarie.

Gigi Cogo ha detto...

@iv,

ma io non ho nulla contro Linux, il FLOSS, l'Open Source e tutte le madonne varie.

Solo che non mi scandalizzo sulla scelta di Silverlight. Noi da fuori non possiamo sapere quale HW, quale contratto di assistenza, quali servizi professionali. L'ho detto mille voltre su questo blog. Il TCO si fa con tutte el componenti, non solo con il sw scaricabile.