9 feb 2009

Il premio partita

Berlusconi sa bene che si può giocare per il premio partita o per il campionato. Lui, ovviamente, punta a vincerli tutti e due. E non potrebbe essere altrimenti.

Il premio partita di questi giorni è la Sardegna. Immediato, mordi e fuggi, e se lo vince mette ancora più nella confusione il già fragile PD. Per questo si sta impegnando come se l’anti Soru fosse lui. Perchè sa che Soru è la vera alternativa (per me l’unica) a Veltroni.

Con la legge sull’eutanasia spacca anche l’Italia dei Valori che non voterà compatta. Mentre il Pd, che voterà in di-sordine sparso (SI, NO, ASTENSIONE) è già al suicidio collettivo. Senza idee, senza linea, senza compattezza. Un non–partito.

Vince anche la partita religiosa perchè lui, ormai, è l’unico a difendere in modo chiaro e forte i valori del cattolicesimo. Infatti anche i Teodem voteranno assieme a tutto il PDL.
n.b.: anche a destra c’è un dissidente. Uno, insignificante. Una pecorella smarrita. Bisognerà invitarlo a cena ad Arcore al più presto.


via

L’altra partita che vincerà sarà il cambio della costituzione, perchè è dimostrato che con questa costituzione lo Stato uccide, mentre con la decretazione d’urgenza si marchiano i ROM, si costringono i medici a denunciare gli estracomunitari e i fannulloni a fare finalmente il loro dovere.

Vincerà la partita con Fini che, per l’ennesima volta, si piegherà alla sudditanza dopo averlo invano contrariato. Fini sarà ridimensionato anche dal consenso dei suoi colonnelli che, ormai, frequentano più Arcore che via della Scrofa. Inoltre, il fatto stesso che la decretazione d’urgenza diventerà prassi, permetterà a Fini di girare il mondo e di partecipare con più continuità a convegni e fiere, assieme a tutti i suoi parlamentari.

E poi vincerà il campionato, perchè la partita con Napolitano rappresenta solo un “turno infrasettimanale” e che conta davvero poco. Infatti, anche se Morfeo, UNA SOLA VOLTA, si è opposto, lo ha fatto perchè non c’erano i presupposti “giuridici”, mica quelli politici o morali.

image

Quando, fra 5 anni, Silvio sarà il nuovo “….” , i presupposti “giuridici” saranno una pura formalità.
Genio lui o coglioni noi?

4 commenti:

ratatouille ha detto...

il pdl è felicissimo di avere della vedova,
che di solito è un berlusconiano di ferro,
così possono dire con tutta onestà che fra di loro regna la libertà di espressione,
che ci vuoi fare se berlusconi ha così ragione che solo un poveraccio,
talvolta,
si permette di dissentire?

franco ha detto...

ma grazie LOL , LOL : Ratzinger come premier e Berlusconi come papa !! :D :D :D :D :D :D

Anonimo ha detto...

Ma insomma ... perchè ci stiamo a meravigliare ? L'obiettivo della P2 era di andare contro la Costituzione, la Democrazia e la Repubblica. Non si può dire che ci sia della incoerenza in queste prese di posizione, casomai possiamo pentirci di averlo votato ...

claudio70 ha detto...

Anche la Coerenza, detto anche Capezzone, sarà in grande confusione. Lui che, di solito, fa da portavoce al suo Signore, dove è sparito? E' forse stato incatenato in qualche sotterraneo di Arcore? torturato a morte ascoltando le poesie di Sandro Bondi? o semplicemente anche lui si accontenta di un premio-partita, cioè di apparire ogni tanto in tv con quella sua allegra faccia che pare una copia mal riuscita dell'Urlo di Munch? Certo che, come Gigi ci ricorda ogni tanto, la crisi è talmente forte che anche la dignità, oggi, sembra essere in saldo.