31 gen 2009

Come creare una pagina su Facebook

Attenzione: Il blog e il contenuto che state cercando è stato TRASFERITO qui:


_____________________________________________________________________________________________

Oggi ho avuto modo di scambiare delle opinioni sull'utilizzo dei social network (e in particolare di Facebook) con una serie di discenti del Corso "Social software e Web 2.0 per la didattica”. Sia i nuovi adepti che i più navigati non hanno esattemente presente la differenza fra "profilo", "pagina" e "lifestream" su Facebook.

Nulla di scandaloso, anzi. Ciò mi è servito per capire gli approcci e le diverse dinamiche con cui gli utenti si muovono dentro questo grande calderone mediale. Per farla breve e dirla con un ovvietà disarmante, ognuno fa come vuole :-) Però, non dimenticate certe raccomandazioni ok?

Ma torniamo al tema. Quasi tutti accedono a Facebook, atterrando sul lifestream. Infatti, digitando: http://www.facebook.com, il sistema reindirizza automaticamente prima a: http://it-it.facebook.com/ e poi a: http://www.facebook.com/home.php?
La videata che appare è appunto quella del lifestream e quindi delle varie "notizie" (così le chiama la versione italiana) sui friends che compongono la nostra socialsfera.

L'altra videata che la maggior parte degli utenti usa, è quella del proprio profilo, dove di solito si aggregano le attività personali, compresa la bacheca, le note, ecc. Questa videata è accessibile atraverso un link composto con il proprio ID di Facebook: http://www.facebook.com/home.php?#/profile.php?id=522952028&ref=profile

In questo caso, il numero: 52295202 non è altro che il mio identificativo e basta sostituirlo con quello di un friend per vedere il suo profilo (che poi è la stessa azione che avviene automaticamente quando clicchiamo sul suo avatar).
Infatti, se sostituisco il numero con: 549106822 (che è quello di Catepol, la mia amica Facebook addicted), aparirà il suo profilo:
http://www.facebook.com/home.php?#/profile.php?id=549106822&ref=profile

Tutto chiaro? Bene, fine dei giochi. E la pagina?
Mistero legato a qualche diavoleria magica :-)

In effetti, il concetto di pagina non è proprio chiaro. Ovvero, molti utenti ci atterrano facilmente, attratti dalla pubblicità tipica: "vuoi diventare fan?", e son portati a pensare che queste celebrità paghino milioni di dollari per crearsi una posizione su Facebook. Invece non è così, perchè la pagina è un altro modo (a mio parere più sobrio e meno soggetto all'overload) di gestire la propria presenza su Facebook. Fra l'altro, noterete che la pagina è priva di pubblictà.
Un post chiarificatore al riguardo, è stato scritto anche da Nicola Mattina alcune settimane fa.

Bene, come si fa?
Diciamo che Facebook non ci aiuta molto ed è necessario ravanare o farsi consigliare. Io vi consiglio di partire da qui: http://www.facebook.com/pages/create.php se dovete creare la vostra pagina personale, oppure da qui: http://www.facebook.com/business/?pages se dovete creare quella dell'azienda.

Alla fine dei giochi avrete una pagina con un nuovo numero seriale. Il mio è il 522952028 e come potete vedere è diverso da quello del profilo. Quindi son due cose diverse, e l'utilizzo che ne potete fare è veramente diverso. Perchè la pagina è la vostra casa su Facebook mentre il profilo sono le vostre attività su Facebook.

Se volete consultare la guida sulle pagine, non dovete far altro che partire da qui: http://www.facebook.com/FacebookPages. Facile vero?

Ed ora ecco la mia pagina che, come potete vedere è nettamente diversa dal mio profilo: http://www.facebook.com/pages/Gigi-Cogo/55655525794




p.s. dimenticavo. Potete creare più pagine: per i vostri hobby, per le vostre associazioni, per i vostri gruppi, ecc.
Buon divertimento e vi aspetto come miei fun fan :-)

10 commenti:

w2wai - luigi bertuzzi ha detto...

I beg your pardon ... your fun??

Deve essere di sicuro un lapsus freudiano .. o uno slip of the tongue ;-)

Io non voglio essere il fUn di nessuno .. sul Libro dell Facce poi .. meno che meno.

Quanto poi a essere un fAn di qualcuno ... dovrebbe essere almeno almeno una Blues Band con i controfiocchi.

Buona Domenica al bloggante e ai suoi appassionati :-))

Gigi Cogo ha detto...

Già, vedi @luigi, la deformazione informatica.
Le fun sono le ventole che mettiamo nei processori. Sigh!

esav ha detto...

visto il plurale "miei" FANS .. sound good :)

Gigi Cogo ha detto...

Ma siete proprio due spine nel fianco :-)

Però sul plurale, caro Enore, non sono del tutto daccordo. In italiano non si riporta la "s" del plurale inglese, ora vado a vedere l'accademia della crusca.

Ma poi fate tutto questo per dimostrami che non siete miei "fanatic"? LOL :-D

Gigi Cogo ha detto...

@esav, adesso ci becchiamo :-)
Sounds good perchè è terza persona!
Dai andiamo avanti così che faccoamo l'accademia della crusca digitale!

w2wai - luigi bertuzzi ha detto...

Per quello che riguarda la ventola ... che agita l'aria ;-) .. è proprio quella che si chiama FAN ...

Sarà che nevica .. eh @Gigi ??

esav ha detto...

@Gigi lol ... ma no stiamo solo giocando, exactly sounds good :) ... cmq le ventole sono sempre fans (fan=ventola) e fun sta per divertimento ... have fun ;)

Gigi Cogo ha detto...

LOL,
Senti come va nella "grande mela? Sei ancora li?

Io arrivo a Luglio :-)

esav ha detto...

@Gigi ... sono ancora qui e va ottimamente ! Grazie ! Ne avrò sino al 22 Febbraio 09.

Dovrei tornare verso i primi di Giugno quindi possibile farci una camminata insieme per le strade di NY ;)

Buon Lavoro !

w2wai - luigi bertuzzi ha detto...

Sarebbe carino se @Gigi e @esav, nella loro versione senza chiocciola, s'incontrassero prima su un appezzamento di suolo italico.

Neppure io ho ancor avuto il piacere di conoscere di persona @esav.

L'incontro si potrebbe mettere in relazione con un approccio alternativo al modo di fare comunità abilitato da .. "enabled by" .. Facebook.

Dal punto di vista di chi il Web non lo abita ancora la F di Facebook, secondo me, ha molto a che fare con la parola inglese Frolic (light-hearted recreational activity for diversion or amusement) .. sto pensando a un acronimo tipo Frolicking About Community Experiences Based On Old Knowledge (sharing) .. ;-)

Per socializzare in rete con un scopo creativo .. mi sembra che l'uso di Facebook presenti molti drawbacks .. che non vuol dire solo svantaggi .. specialmente per quanto riguarda il coinvolgimento dei NON abitanti della rete.

Sto cercando di arrivare a poterne dire qualcosa di più con una bozza di post su w2wai.net.