03 dic 2008

Questo anziano signore.....

vorrebbe regolamentare la rete!





Ora, io che sono un pirla qualsiasi, se andassi al governo mi circonderei di esperti di ogni materia e, prima di aprire bocca li consulterei. Ma penso che anche il nostro premier sia circondato da luminari in materia. O no?



Ma il nostro logorroico non riesce a starsi ziatto mai. Anzi, appena gli mostrano i giocattolini nuovi come quelli di SUPPOSTE.IT comincia a blaterale e vomitare parole tipo "essendo internet un forum aperto a tutto il mondo"!
Cazzo, abbiamo un genio!

Detto questo, sono abbastanza preoccupato per due motivi:

1) Perchè se le Poste Italiane, esempio di inefficenza secolare, di cecità totale nei confronti delle tecnologie emergenti, di incapacità comunicativa e relazionale non solo sulla rete ma anche nella tradizionale modalità di erogazione dei loro servizi, sono da prendere ad esempio per lo sviluppo di internet in Italia, allora abbiamo bucato il confine fra realtà e immaginario.

2) Perchè molti blogger che stanno scrivendo post su questo argomento pensano di cavarsela con battute, alzatine di spalle e slogan del tipo "ignoriamolo è un demente".

Io, invece, sono preoccupatissimo. Questo è capace di andare al G8 e farsi ascoltare e magari, farsi assegnare qualche organo di garanzia, qualche commissione internazionale, qualche giocattolo che gli daranno pur di farlo sentire importante. E amgari ci mette Gasparri lo zerbino a gestirlo.
Quindi saremo noi italiani gli imbecilli del secolo che proveremo a normare la rete.

Terribile prospettiva. Non mi basta più emigrare. Devo cambiare pianeta!

3 commenti:

duhangst ha detto...

Già basterebbe cambiare pianeta.

Salvatore Valerio ha detto...

non ti preoccupare
hanno già ampiamente capito con chi hanno a che fare :-)

quando si va a certi posti di comando (all'estero e in certe multinazionali almeno)
e si deve incontrare qualche personalità
prima che l'incontro avvenga ci si documenta, si leggono rapporti sul curriculum vitae, sulla personalità di chi si incontra

a questo scopo si ingaggiano dei profiler (tipo quelli che aiutano le forze dell'ordine a dare la caccia ai serial killer :) che redigono un rapporto sulla persona

i comunicati stampa al termine di un summit dove si dice "il premier è risultato in perfetta "sintonia" con il capo tal de tali dimostrando una perfetta identià di vedute con il leader della controparte"
che è il comunicato fotocopia di tutti gli incontri al vertice tenuti dall' "amato leader"
sono solo un velo
che nasconde la sostanza dell'incontro vero e proprio

si sa solo che l'amato leader è come una radio umana che va subito in sintonia
ma il nocciolo dell'incontro quale è?

se l'incontro riguarda lo stare in un bel posto, in un buon pranzo, in una passeggiata
ognuno poteva stare a casa sua
nessuno dà da mangiare merda al proprio capo di governo, non si fa passeggiare il proprio capo di governo in una discarica nucleare.

maialino rosa ha detto...

Oh, my God!
Una supposta in bocca, non sarebbe meglio?