02 dic 2008

Non ho tempo

Chiunque dica: "non ho tempo per comunicare perché devo lavorare"
forse non ha riflettuto a sufficienza né su cosa significhi lavorare
né su cosa significhi comunicare nelle aziende d'oggi.

Giacomo Mason "La nuova comunicazione interna" pag. 22

4 commenti:

Lorenzo ha detto...

Ah sono perfettissimamente d'accordo su questo discorso: peccato che veda, nella realtà lavorativa e nel contesto nel quale ho iniziato a muovere i primi passi all'interno del mondo IT, esattamente il contrario di una buona teoria di gestione aziendale. Forse dal punto di vista economico la gestiscono bene la situazione , ma sul discorso della comunicazione e del tempo, beh, siamo lontani anni luce da qualcosa di umano e di produttivo in termini di rapporti.

viruzz ha detto...

Sottoscrivo in pieno. Qui nel Nordest produttivo locomotiva d'Italia nelle aziende c'è tempo solo per lavorare... la maggior parte della comunicazione, anche quella che dovrebbe avere un flusso organizzato e gestito, passa attraverso canali informali. Macchinetta del caffè per intenderci.
Non voglio essere negativo, intendo affermare solo che la strada è giusta, ma ce n'è ancora un bel tratto da percorrere!

Storiedime ha detto...

Non è un fatto geografico, è un fatto di teste, che piene di segatura ce n'é a tutte le latitudini. Dire che "l'informazione ha più valore se è condivisa" e vedere una giovane collega che fa no no col capino, ti vien voglia di staccarglielo, il capino

Gigi Cogo ha detto...

Mannaggia, certe verità possono anche diventare slogan ma quando il "padrone" dell'azienda o dell'ente non vuol sentire ragione, è durissima.
Oggi, fresco fresco di convegno su temi analoghi, molti CIO han detto che il management non vuol saperne di comunicare. Adesso c'è la crisi e bisogna tirarsi su le maniche.
Ma comunicare serve anche a vendere di più, o siamo scemi noi o lo son loro! Non c'è via di mezzo.....non si può "comunicare" un pochino, quando avanza il tempo!