22 ott 2008

Noi vilan!

Come diceva Salvatore...........noi "vilan". Alla fine pagheremo tutto.
Non riesco a non indignarmi, davvero non ce la faccio.

Non so se è colpa del capitalismo, del comunismo, del menefreghismo, del pensiero unico, della lobotomia diffusa ma lo dico chiaro e forte: HANNO LA FACCIA COME IL C…!

 

Non sono un economista, non ho studiato alla Bocconi, probabilmente il mio è un delirio. Ma di una cosa sono certo i soldi di cui parlano sono i miei!

Forse questi signori non si sono resi conto di quanto IMMORALE sia parlare tutte le sere al tg di Economia reale! Il fatto stesso di continuare a parlarne significa che TUTTI erano consapevoli dell’esistenza di un economia IRREALE! Falsa, di carta! Altrimenti che senso avrebbe fare questo distinguo?

E ora ci vengono a dire che l’economia reale è quella delle grandi imprese italiane che si riferiscono a Confindustria? Una delle peggiori e più assistite forme di capitalismo familiar-finanziario del mondo? Ma per piacere. Vergognatevi tutti!

Sono decenni che l’economia reale, intesa come PRODUZIONE non abita più in Europa e nemmeno in America. Lo sanno tutti e fanno finta di niente. La vera produzione è in Asia. Con tutti i vizi di un imprenditoria aggressiva e senza regole, ma è quella che capitalizza. E’ quella che crea ricchezza. I miliardari cinesi sono più di 80 milioni. Si avete letto bene, più della popolazione italiana e di quei 4 furbetti del quartierino che adesso vogliono soldi dalle nostre tasse per salvare le loro aziende.

Cosa hanno fatto per 50 anni dal dopoguerra ad oggi? Ad ogni difficoltà hanno chiesto aiuto allo Stato. E lo Stato siamo noi che li abbiamo aiutati. E lo faremo ancora per decreto! Senza poter battere ciglio!

Dove stavano questi signori quando si trattava di controllare? Dov’era la Banca d’Italia? E non era forse il salotto buono di Mediobanca il centro dei “poteri forti” contro cui si scagliava Berlusconi? Ora tutto cambia. Ora in Mediobanca c’è la figlia di Silvio che predica di etica e di morale imprenditoriale e il salotto non è più un “potere forte”.

Ora sono tutti assieme, amabilmente: Confindustria, CAI, Banca d’Italia e Mediobanca con i maggiori responsabili di questo sfacelo.

Ora chiedono aiuto a noi con un ricatto. Se non ci date soldi saremo costretti a licenziare. Saranno anni bui! Ma cosa avete fatto finora per il paese oltre che banchettarci sopra? Oltre a squartarlo per i vostri appetiti da imprenditorini arroganti che fuori da questi confini non contano più nulla.

Si sappia che la Cina ha già comprato il debito pubblico americano e tiene il toro di Wall Street per le palle. Si sappia che il Giappone si sta comprando le banche americane
E la Cina si è già comprata l’Africa! E la Libia mette le mani su Unicredit!

L’Economia reale che voi, cari finanzieri di famiglia travestiti da industriali, volete salvare non abita più in Europa!

E allora? Allora salvate il potere d’acquisto dei nostri salari per favore! Senza salario adeguato le famiglie non consumano! Ci vuole un premio nobel per spiegarvelo? Mettete mano ai contratti, rendeteli equiparabili al resto dell’Europa, date ossigeno alle famiglie!
Se non lo fate gli AIUTI DI STATO alle vostre imprese prima o poi finiranno perchè non ci sarà nulla da spremere!

E l’opposizione cosa fa? Nulla, urla nel deserto perchè sa che molti furbetti li ha generati proprio a sinistra, a cominciare da quel furbetto di Colannino che, come ha confermato imbarazzatissimo alla Gabanelli…….ci ha fregati tutti!

2 commenti:

maialino rosa ha detto...

Gigi non si incazza più nessuno. Siamo finiti!

Daniele@LG ha detto...

brivido terrore e raccapriccio...
Report è un ottimo programma cerco sempre di seguirlo quando posso.