14 set 2008

Non ho resistito

Questo post, da un blog che leggo regolarmente, mi ha fatto morir dal ridere. L'autore è sempre sottile e velenoso e non mi son fatto sfuggire l'opportunità.

Ovviamente alcune osservazioni sono condivisibili visto lo stato pietoso di una PICCOLISSIMA parte della cosidettà blogosfera italiana che, ancora, si compiace alla pratica onanistica del link a se stesso o agli aderenti al "cluster" (che il grande Boccaccio chiamerebbe "brigata") a cui è iscritto. Insomma i soliti noti. Per fortuna sempre meno e sempre meno influenti.

Ma, altrettanto ovviamente, devo dissentire sulla "buona pratica" del link che, se usato con intelligenza, permetterebbe di relazionare tutte quelle conversazioni di valore che, purtroppo, rincorrendo solo le classifiche dei soliti "ignoti" (alle masse), sfuggono ai più virtuosi e capaci nell'arte di scrivere sul web......o bloggare.

Tornando all'opportunità, vediamo se l'autore, attraverso questo link torna sull'argomento per favorire una piccola "coda". Non serve poi tanto lunga :-)

1 commento:

Prepuzio ha detto...

Innanzitutto, ti ringrazio per la citazione ed i complimenti. Fanno sempre piacere, anche ad un conglomerato fecale simil cilindrico come me.

Poi, chiaro che i link tra blog sono anche utili e non disprezzo certo chi si piega a questa pratica, quasi una necessità, se si vuole allargare il proprio bacino d'utenza.

Infatti, nel post, descrivo la mia stitichezza come un difetto, una forma di masochismo o di presunzione di poter fare a meno dell'aiuto degli altri.

Vedremo sino a quando saprò rsistere.

Ciao e ancora grazie.