26 ago 2008

Gulp

Uolterrrrrrrrrrrrrrrrrrr!
Hai visto se l'opposizione se n'è andata senza salutare?

clipped from www.unita.it
Certo il momento è strano. Ti muovi in un paesaggio da fantascienza popolato di mutanti. A Milano il più importante simbolo istituzionale del Pd, il presidente della Provincia Penati, improvvisamente dichiara: «Con la Lega Nord è possibile fare un lavoro importante per Milano». E noi che pensavamo che la Lega Nord fosse impegnata soprattutto a sfrattare le Moschee e a proibire luoghi di preghiera per gli immigrati islamici. A Firenze la prima Festa Nazionale del Partito Democratico è dedicata a Bossi, Tremonti, Bondi, Fini, Matteoli, Frattini, Maroni. Praticamente tutto il governo che già domina tutte le televisioni. Prima di giudicare il senso politico c´è da domandarsi, in senso elementare e prepolitico: perché? Una Festa di partito costa, e costa ancora di più per un partito lontano dal potere e dai benefici del potere. Perché il nostro ospite d´onore deve essere Bossi, invece del giovane angolano picchiato a sangue da un branco di ragazzi italiani a Genova? Perché dobbiamo festeggiare Tremonti invece di ascoltare il macchinista delle Ferrovie dello Stato licenziato per avere fatto sapere che il treno Eurostar che stava manovrando, si è spezzato (e per fortuna non c´erano passeggeri)? Perché invitare Maroni invece di Xavian Santino Spinelli, il Rom italiano docente universitario, che rappresenta la sua gente (dunque anche la nostra: i Rom sono in buona parte italiani), ma rappresenta soprattutto i bambini forzati al trauma delle impronte digitali? Perché tutti in piedi per Frattini invece di accogliere cittadini osseti e georgiani, testimoni di una breve, sporca guerra di cui ancora sappiamo nulla, se non che uno dei protagonisti spietati, Putin è il miglior amico di Berlusconi ? Perché avere sul palco Matteoli invece dei lavoratori dell´Alitalia, che avrebbero dato voce alla paura del loro futuro, reso ormai quasi impossibile dalla falsa promessa (capitali italiani, forse anche capitali dei suoi figli) del candidato Berlusconi?

blog it

1 commento:

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

Ho mandato a mio figlio - residente estero - l'editoriale sul tema Opposizione, citato nel post.
L'ho commentato ricordando che nel nosro paese siamo arrivati a sentire parlare apertamente, in TV, del fatto che non esiste più un'opinione pubblica.
Nulla da meravigliarsi, quindi, che la nostra Opposizione sia diventata solo una parola, priva di contenuto.
Ho concluso il commento rallegrandomi per il fatto che, chi è giovane, possa avere l'opportunità di trasferirsi all'estero .. per conservare del nostro paese il ricordo di ciò che di buono ancora c'è e per farne un punto di forza delle proprie scelte individuali, quelle che ci permettono di crescere con la consapevolezza di ciò che possiamo valere.
Ho poi trovato, in successivo editoriale (Il nostro posto), degli ottimi argomenti per motivare la scelta di ritornarci e di restarci, nel nostro paese.