20 ago 2008

Alla faccia del social networking

Uso sia Flickr che Picasa, ma anche altri cazzabubboli per condividere le foto on-line. E le condivido volentieri, anche quando uso questi servizi come veri e propri back-up del mio disco fisso. A Ferragosto ho messo in linea migliaia di foto. Come al solito, alcuni commenti dalla rete di amici, e tutto fila liscio.

Tutto normale? Insomma!
Ieri vado a vedermi le statistiche su Flickr. Mi colpisce il fatto che le foto con soggetti femminili (moglie, figlie, cognata, ecc.) sono le più cliccate. Vabbè. No problem.

Oggi Flickr mi segnala che un tizio aggiunge come preferite due foto di mia moglie al mare. Vado a curiosare chi è sto tizio..........BUIO TOTALE. Il furbacchione usa una account con zero dettagli.
A prima vista nulla di pornografico. Tanti bikini, di tutti i tipi e la sottoscrizione a decine di gruppi. Sarei tentato di fermarmi e lasciar perdere. Ma sono un curiosone nato!

Ammetto, non avevo mai approfondito questo aspetto di Flickr. Gruppi e contatti da esplorare. Da quell'utente in poi, mi si apre un mondo! Flickr, per carità, ti sbatte in faccia questa videata ad ogni passaggio.



Ma io proseguo e rimango esterefatto. Flickr è un contenitore porno da pauraaaaaaaaaa!
E noi qui a raccontarcela sul Social Networking e sulle relazioni fra Geek e a scrivere articoli su Flickr come servizio e bla, bla, bla. Pagando pure per l'account pro.
Vabbè ho bannato il tizio e ravanato le foto per rendere "private" quelle con l'ombelico in vista. Ma robe da matti!

Hanno ragione i Muppets. Purtroppo!

Ecco cosa intendevo per “algoritmi intelligenti” Chapeau!

20 commenti:

mucio ha detto...

Sì, l'ho vista anche io questa cosa, non so se sia sociale, cioè che la gente poi così trombi sul serio, ma è un lato nascosto di Flickr a cui nessuno pensa. E' anche la differenza maggiore con youtube

Ester hoshimem Memoli ha detto...

Buono a sapersi, anche se un po' ci avevo già fatto caso in passato...

ciao!

Gigi Cogo ha detto...

@mucio,
quello che mi fa incazzare è che è un servizio a pagamento, quindi PRETENDO dei filtri automatici (algoritmi) come su Youtube. Penso sia lecito, visto che pago e che ne voglio fare un uso "etico".

@ester,
purtroppo male a sapersi. Stavo meglio prima.
Purtroppo, per noi blogger sembra il paradiso delle relazioni, ma da dietro il balcone ci spiano con il cannocchiale.

Matteo ha detto...

Suvvia, non vedo un grande scandalo per un po' di tette e culi. In ogni caso dimentichi la cara sexypolpettina :)

Pretendere mi sembra fuori luogo, ci fosse scritto in quello che hai accettato prima di pagare sarebbe già più lecito.

In fondo, il porno è sempre stato il motore dell'innovazione per l'umanità, no?

Gigi Cogo ha detto...

@matteo,

lo sai che non sono un bacchettone. Comunque non si tratta di tette e culi. Te lo garantisco. Ed è meglio non avventurarsi perchè alcuni gruppi a cui è iscritto il tizio sono da depravati all'ultimo stadio.
Detto questo lo sai bene che esistono algoritmi abbastanza intelligenti che possono, per lo meno, classificare in modo chiaro e netto i contenuti. Diversificandoli
fra quelli "general audince" e quelli no!
Sull'innovazione, mi tocca darti ragione :-) LOL!

Matteo ha detto...

Gigi, il mio "tette e culi" era per semplificare. Comunque, alla fine, è una delle tante dimostrazioni del fatto che Internet non sia nè meglio nè peggio del "mondo reale". Ne è semplicemente uno specchio.

Oltre che un ambiente pieno zeppo di INNOVAZIONE, sia chiaro :)

antoniovergara ha detto...

purtroppo tutte le cose che mettiamo sul web sono ravanabili. il punto è nemmeno ce ne si accorge.

Alberto ha detto...

insomma caro Gigi, te ne accorgi un po' tardi...

visto l'enormità del contenitore è evidente che c'entra di tutto, soprattutto quando si parla di foto

se hai la voglia di approfondire ti accorgerai che da questo punto di vista Flickr è una vera e propria agenzia pubblicitaria... e ti lascio immaginare di che cosa!

outer ha detto...

concordo anche in luce all'aggiornamento

Gigi Cogo ha detto...

carissimi, ho appena inserito un UPDATE, secondo me interessante.
Forse è arrivata anche a voi la email, stamane.
Ecco cosa intendevo per "algoritmi intelligenti"!

robie06 ha detto...

Gigi purtroppo non è Flickr, è la rete e gli utenti.

Prima ancora di conoscere flickr nel 2003, pubblicavo per i miei amici le foto sul mio dominio con gallerie create appositamente, che sostanzialmente avevano classici titoli e classici indirizzi "foto, estate, sardegna" e via discorrendo. Non ero un patito di refeer e statistiche ma ogni volta mi sorprendevo di quante migliai di visite facessi sul blog personale dove commentavano al massimo i miei amici.

Così ho scoperto che ci sono dei forum, che fungono da grande raccoglitore di indirizzi di foto delle vacanze, dove le prime volte mi sono preso delle grandi arrabbiature e scontri su questi forum ho deciso di "censurare" tutte le foto delle vacanze che non avessero come soggetti persone.

Su flickr il porno c'è ed è evidente, alcuni gruppi sono assurdi e mi fa specie che yahoo fin'ora non abbia fatto niente soprattutto perchè è vietato pubblicare pornografia.
Ci sono delle gran discussioni sui forum di Flickr circa questa situazione ma non sembrano essere molto ricettivi,e si parano il sedere così:

You understand that by using Flickr pro, you may encounter content that may be deemed offensive, indecent, or objectionable, which content may or may not be identified as having explicit subject matter. Nevertheless, you agree to use Flickr pro at your sole risk and that Flickr shall not have any liability to you for content that may be found to be offensive, indecent, or objectionable.

Del resto se il porno è la più grnade azienda on line, perchè yahoo dovrebbe fare una crociata contro?

Daniele Florio ha detto...

Salve sono Daniele Florio e mi occupo della programmazione di Pix-Yu. Purtroppo come abbiamo già riferito all'autore di questo blog, non c'è nessun software in grado di riconoscere a priori se una foto contiene del porno o meno.

In base a cosa dovrebbe discriminare una foto in base ad un'altra?

Da sempre il web ha avuto una moderazione "umana", altrimenti ci sarebbe spazzatura dappertutto.

In ogni caso questo è un problema per tutto i contenuti web siano essi foto, video o testo.

saluti

Manfrys ha detto...

bha, sarà che lo so da sempre che tutti i SN hanno sempre una linea grigia (avevo anche qualche slide a tal proposito partendo proprio da flickr) e sarà che sono dell'idea che ognuno può fare ciò che vuole purchè si rimanga nel lecito, non vedo cosa ci sia di male nell'includere foto nei propri preferiti. Altresì lecito trovo il tuo voler rendere private foto che altrimenti potrebbero andar a finire in quel calderone ;-)
Purtroppo è lo scotto da pagare per essere liberi dai divieti, la ragione primaria del perchè io ho tutte le foto in CC.
Ti conosco abbastanza per ritenere che anche tu hai il mio stesso pensiero, solo che il "fatto" ti ha scosso in modo differente.
Salutoni.

Napolux ha detto...

Beh, di cosa ti sorprendi? Il porno è il motore del web. Che sia 1.0 o 2.0 poco importa :)

Domanda: sei sicuro che youtube abbia dei filtri automatici su i video VM18?

IMHO non esiste algoritmo che distingue un'immagine hard da una non hard.

Roldano ha detto...

Ciao Gigi,

Io sono anni che sono iscritto a Flickr e questa cosa è da quel dì che si conosce. Anzi quando ci fu la localizzazione nelle varie lingue molti tedeschi fuggirono in massa da Flickr perché Yahoo aumentò la censura dato che la legge tedesca su alcuni argomenti più restrittiva e prevede le manette.

Io credo che internet metta più in luce le diverse visoni del mondo.

Ad esempio se tu vai in Germania è facile trovare esempi di nudismo anche nei parchi delle città. Al contrario il modo di vestire delle donne italiane in alcuni paesi arabi è considerato pura pornografia.

In molti paesi Flickr è proibito e censurato perchè considerato fonte pornografica.

Io comprendo che tu possa lamentarti del fatto che Flickr sia un servizio a pagamento, ma il servizio non è "garantiamo la censura" il loro servizio consta di altre cose come il backup. Flickr mica è un prodotto Disney per bambini.

Ora non considerando le enormi difficoltà tecniche di monitorare miliardi di foto pubblicate su Flickr rimane il punto di cosa è morale o meno.

La mia personale opinione, con le dovute cautele e considerazioni, per dirla alla Benjamin Franklyn è che un paese che tiene più alla sicurezza che alla libertà non si merita la libertà.

Voglio dire che imporre d'autorità la propri visione del mondo con la scusa della maggiore sicurezza o "pulizia" vedi Cina, Iran et altri può essere peggio che dover mettere private le proprie foto personali.

Che ne pensi?

Gigi Cogo ha detto...

Ringrazio tutti per gli ulteriori commenti e per la coda su FF:
http://friendfeed.com/e/93d6e994-80a4-d643-3661-1716026e41e4/Non-ho-parole-http-tinyurl-com-5s9tzt/

Ribadisco, e vedo che chi mi conosce lo ha fatto notare) che non sono bachettone e non ho problemi con il porno su Internet.
C'è, ci sarà, e non intendo mettere l'accento sul problema delle libertà!

Quello che mi ha infastidito è il modo in cui sono stato usato nella mia buona fede.

Nel senso che io sono straconvinto che Flickr sia un servizio di Social Networking tematico. Basato sulla condivisione di immagini ma ben enfatizzato da Yahhoo come social media di riferimento pe rle relazioni sociali e, soprattutto applicative fra media.

Ed è così che l'ho sempre pensato. Creando relazioni con i miei "friends" ed iscrivendomi a gruppi tematici.

Ho sempre lasciato la libertà a tutti di visionare e scaricare le mie foto, anche a chi non fa parte della mia rete.

Quando mi sono accorto che un soggetto (utente???) per nulla "social" ha inserito foto di mia moglie e delle mie figlie in un mosaico tematico (bichini + tette e culi), non mi sono scandalizzato per quello che ho visto ma per i gruppi a cui lui appartiene e con i quali interagisce. E queti gruppi sono Porno!

Quindi la sua scelta LIBERA di far parte di quel sottostrato, non è una mia scelta.
Le foto dei miei cari non può, secondo me, contestualizzarle in ambiti a cui non appartengono.
Ed è per questo che l'ho bannato e ho iniziato a lavorare di cesello sulla privacy delle mie foto.

Morale. Il grande valore del Social Networking viene svilito.
Di questo mi sono accorto.
Poi ho cercato di capire come sia possibile inseriri filtri automatici (algoritmi applicativi) per poter almeno avvertire chei paga per fare social networking che, magari, viene fatto un uso diverso!

Grazie ancora a tutti!
p.s. per @Napolux. Soapbox molto meglio di Youtube, ti blocca parecchio. Mi informerò su che algoritmi usano.

GinoTocchetti ha detto...

gigi, mi ha colpito la coincidenza: quello che chiamano il "tuo risveglio" ha a che fare con questo ? http://is.gd/1Php

informazione e consapevolezza, contrapposti a bigottismo e censura. Questo e' il punto

E mi sembra che ci sei!

Gigi Cogo ha detto...

@gino, assolutamente ANCHE! :-D

GinoTocchetti ha detto...

si, ANCHE, credo bene! ;-)

secondo me, hai fatto benissimo a dare nuova enfasi a questo "rischio" che tutti noi corriamo piu' o meno consapevolmente, ma che alcuni purtroppo sottovalutano del tutto

infatti, come e' gia' stato detto ampiamente, l'unica risposta possibile (ad oggi) e' CHE SE NE PARLI, in modo che ognuno possa decidere poi cosa da fare, autonomamente ma soprattutto consapevolmente

Sara ha detto...

A questo punto, se posso sdrammatizzare, credo che se BB vendesse il suo infallibile algoritmo a Flickr forse il problema potrebbe essere risolto.

Un caro saluto