27 giu 2008

SOCIAL MEDIA RULES (Italian Edition)

Di Caterina Policaro
FANNE PARTE E PARTECIPA. Mostrati in giro, devi eserci e partecipare dove ti interessa partecipare (possibilimente con commenti sensati per essere credibile)

CONDIVIDI TUTTO CIO' CHE PUOI CONDIVIDERE. I social media NON SONO il blog. I Social media son fatti dalle PERSONE. Son le persone a fare i media. Le persone son dietro ai blog, le persone sono i blog: le persone son dietro ai forum, le persone sono la costituente principale dei forum, di ogni luogo dove si conversa online. Un blog è solo uno STRUMENTO, un tool, sono molto di più dei social media, devono essere MEDIA CONDIVISIBILI.

PLAY FAIR - Non giocare sporco. Non credo ci sia bisogno di spiegarti che vuol dire.

CONDIVIDI E METTI INSIEME - NON ESSERE AVARO DI HYPERLINK - THE POWER OF WORDS/POTERE ALLE PAROLE Usa i links per mettere in evidenza e rafforzare realmente la forza delel parole che utilizzi rimandando ad altre parole scritte da altre persone. Assicurati di parlare ad altre persone non solo a te stesso. Osserva chi sta parlando e dicendo qualcosa, ma osserva anche chi sta in posizione di ascolto. Cerca di comprendere chi tra chi ascolta è solo un ascoltatore o una persona capace di influenzare gli altri anche solo ascoltando, non per forza scrivendo e parlando sempre.

IMPARA A CHIEDERE SCUSA QUANDO FERISCI QUALCUNO - ...E fallo anche subito!! Riconoscere i propri errori e chiedere scusa fa aumentare di molto la propria credibilitò come persona

L'ONESTA PRIMA DI TUTTO, L'ONESTA' E' LA MIGLIORE POLICY - Non fornire informazioni errate o gonfiate sulla tua persona, sul tuo lavoro, sui tuoi interessi personali e profesisonali, non comunicare qualcosa di te che non è corretto solo per far vedere chi sei. La stima degli altri nei tuoi confronti non aumenta all'aumentare di informazioni non veritiere.

BE YOURSELF - SII SEMPRE E SOLO TE STESSO - Anche quando ti troverai a gestire problemi e momenti di crisi (Guarda un atitmo questo video per capire "A day in the life of airport operations" by Southwest Airelines).

VIVI UNA VITA EQUILIBRATA - Stai onlinema non stare online tutto il tempo!Vivi invece soprattutto la tua first life, non solo Second Life!! Oltre che guadagnarne in salute avrai sempre nuovi stimoli da condividere con gli amici davanti ad una birra prima e sui social media poi.
(via) Tratte da All I Really Need to Know I Learned in Kindergarten)

(English Version here)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Meno male che sono state tradotte dall'inglese, se no avrei pensato fosse pura fuffa.

catepol ha detto...

anonimo...traduzione libera dall'inglese con parti da me interpretate a mio gusto e mia sensibilità (cioò come la penso io e come la pensa gigi visto che ho scritto sul suo blog)

Non sono regole da rispettare tassativamente...più che altro consigli da abitante della rete

Vincenzo Caico ha detto...

Perdonatemi, ma mi viene da dire... solo queste ci mancavano! Con stima forever.

federico ha detto...

Cari blogger di questo bellissimo spazio, vi seguo da tempo e vi stimo.
Purtroppo queste regole non sono applicabili dappertutto e da quello che leggo in giro non traspare questa socialità naturale e dovuta anzi, traspare competizione sulla fuffa, per usare il termine dell'anonimo.

catepol ha detto...

cari vincenzo e federico...ehehe infatti non sono applicabili dappertutto, infatti non c'è bisogno di regole perchè valgono le regole del vivere civile e della buona educazione anche in rete...bastano quelle, non dovremmo metterne di altre. Però se vogliamo abitare e partecipare la rete questi consigli mi sembrano utili, ognuno li faccia propri come ritiene più opportuno.

Sicuramente dicono qualcosa dello stile mio e di gigi ecco perchè le ho postate approfittando del condominio che gigi ha messo su
:-)
con noi guest blogger

La socialità dovrebbe essere naturale (anche se nella vita reale son più quelli che pensano ai fatti propri che ad essere sociali).

Ecco, per me è naturale in real life come anche in rete...ma son cresciuta così...in mezzo alla gente a vari livelli di "engagement" da quando ero piccola.