12 giu 2008

Democrazia della rete

Balle!

Noi siamo qui a cantarcela con la "democrazia della rete", l'"intelligenza della rete", e tutte le grandi opporunità "sociali" che la rete finalmente ci ha dato!

Se l'accordo fra Microsoft e Yahoo era visto come un pericolo, una minaccia di Redmond alla "socialità" di Yahoo. Come lo vediamo questo abbraccio mortale?
Questo attacco al pluralismo?




Democrazia della rete? Tutte balle, qui c'è in gioco un monopolio della pubblicità e delle nostre identità!

5 commenti:

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

Qualcuno ancora credeva diversamente?

Marco ha detto...

Oltre a quello che tu dici, da condividere pienamente, mi sorprende la cecità di Yahoo! Dopo l'offerta di Microsoft potevano agire e reagire in diversi modi. Invece abbiamo assistito ai contorsionismi di un'azienda che ha balbettato dei "no" senza convinzione, come se dovesse pronunciarli (perché l'offerta arrivava dal Principe delle Tenebre). Ora l'accordo con Google: comunque auguri al vecchio Yahoo!, ma soprattutto a ciascuno di noi. Un web con così poca concorrenza è un guaio per tutti.

Gigi Cogo ha detto...

@luigi, @marco,

vi segnalo anche questo pezzo, ben più approfondito del mio:
http://zambardino.blogautore.repubblica.it/2008/06/13/poche-domande-sul-monopolio-invisibile/
Ciao

Marco ha detto...

Grazie della segnalazione!

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

Le domande di Zambardino mi hanno fatto ricordare il concetto di Personal User Server, che Edoardo Piccolotto doveva presentare al TwitterCamp.
Qui ci sono le sue slides.
Non potrebbe essere un modo intelligente di reagire?