23 giu 2008

Che palle le presentazioni!

Vi capita mai di dover assistere anche a 3 o 4 presentazioni di fila in una giornata? A me si, e spesso lo faccio solo per cortesia nei confronti di chi le ha preparate.

Negli ultimi anni ogni attività (kick-off, resoconti finali, meeting, ecc.) son tutte accompagnate da presentazioni in Powerpoint! Basta guardare le facce degli astanti per capire che il più delle volte il sentimento è: "ma che palle!".

Come rendere più piacevole, caldo e soprattutto interattivo quel momento?









L'agenzia Show Reel di Milano, informa i blogger che fra qualche mese arriverà anche in Italia, Papershow, prodotto da un azienda di Oxford. Questo prodotto dovrebbe risolvere i problemi di noia, creatività e scarsa interazione.

La campagna di marketing virale è basata su video promozionali molto persuasivi e si concluderà con il lancio ufficiale verso metà luglio. Essendo il bloggante, in quel periodo, in ferie ha ritenuto utile parlarne oggi su questo spazio.
Da quel che si evince si tratta di un prodotto di digital writing che, nelle intenzioni dei produttori, dovrebbe facilitare la vita sia ai produttori di presentazioni che agli astanti catturati per le riunioni.

Sul sito sono presenti dei video molto persuasivi e delle brochure tecniche che illustrano l'efficacia del sistema basato su connettività bluethoot e carta interattiva (simpatica trovata....in realtà si tratta di una lavagnetta dallo spessore di un foglio di carta, con le coordinate basate su punti e intercettate da una pennina wireless).
A corredo del lancio del prodotto vi è anche un blog con ulteriori specifiche tecniche e foto illustrative. Keep in touch!

1 commento:

Tobia ha detto...

Questa vignetta di Dilbert è ormai un classico:

http://www.publicspeakingskills.com/images/graphics/Dilbert_PPPoison_All_-_Small2.jpg

:-)