21 giu 2008

Allarme collisione

Di salvatore Valerio

Sono di ieri queste due dichiarazioni

http://www.adnkronos.com/IGN/Politica/?id=1.0.2270900034
Bruxelles, 20 giu. (Adnkronos/Aki) - "Veltroni dovrebbe preoccuparsi delle notizie terrificanti sui conti di Roma". Cosi' il premier Silvio Berlusconi da Bruxelles ha risposto all'attacco del leader del Pd Walter Veltroni, lanciati durante l'assemblea del Partito democratico. "Sara' necessario dare incarico ad una istituzione internazionale per fare una due diligence", ha aggiunto spiegando che se le notizie saranno confermate "si trattera' di una bancarotta e gli amministratori saranno tutti falliti".

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200806articoli/33952girata.asp
"Sul buco di bilancio al comune di Roma Berlusconi non può parlare"Sul cosiddetto buco di bilancio al comune di Roma Berlusconi «è l’ultimo a poter parlare» perchè quando ha governato il paese tra il 2001 e il 2005 «ha lasciato un deficit di 30miliardi». Lo ha detto Walter Veltroni nel suo discorso di conclusione dell’assemblea del Pd.

Non si può certo dire che il caro Silvio mi sia simpatico, ma non apprezzo neppure chi mi fa i buchi al bilancio.
Vi consiglio di dare una occhiata a http://www.beppegrillo.it/ di oggi per farsi una idea.
Perché al momento siamo alla deriva.



Sulle navi quando si sta per andare a sbattere contro qualcosa si lancia un allarme. Allarme collisione.

3 commenti:

WAI2WAI - Luigi Bertuzzi ha detto...

"Chi" va alla deriva?
"Chi" sta per entrare in collisione?

Siamo "noi" o è piuttosto "il sistema" di gestione della nostra vita sociale che presenta i problemi sopra esposti?

Sarebbe davvero ora che iniziassimo ad abituarci a ragionare in terminidi sistema.

Se lo facessimo le (troppe) briciole di conoscenza che si possono becchettare su un Blog assumerebbero un significato diverso da quello (superficiale) di una notizia che tira l'altra.

Sto pensando, tanto per citarne una, ormai sepolta dalle successive, alla notizia secondo la quale (qualcuno dice) Google ci sta rendendo stupidi.

Ho aspettato invano che almeno un commento mettesse in crisi la constatazione che non siamo più capaci di approfondire; che ci vedesse un risvolto (potenzialmente) positivo .. da interpretare in termini di sistema.

Vorrei provare a scrivere un post (qui, come da invito che continuo a posticipare) che permette a quel post, e anche a questo, di essere rivisto (recuperato?) in un'ottica di sistema e di (nostra) relazione con un sistema.

Ma dovrei riuscire a presentare l'argomento senza suonare "ostico" a chi lo legge .. per aver vissuto esperienze "diverse".

Non è facile :-(
con il caldo poi e .. due giorni dopo un sempre deprimente San Luigi .. l'impresa sembra perfino impossibile.

Gigi Cogo ha detto...

Caro Luigi,

anche a me quell'articolo di Atlantic ha aperto un po' gli occhi. Diciamo che li ho stropicciati per bene e c'era un po' più di luce.
Ma come vedi è passato quasi inosservato :-)
Attendo le tue ........ POSITIVE elucubrazioni :-)

Salvatore Valerio ha detto...

ciao luigi
tutti qui abbiamo vissuto e viviamo esperienze diverse

c'è sempre un momento in cui gli eventi raggiungono un grado di maturazione tale
che sono disponibili le informazioni per spiegarle

naturalmente in base ai nostri giudizi di valore,
le nostre esperienze

io personalmente sono uno che legge molto
non solo quello che si trova su internet
molti libri intendo

in un mio post di maggio
ho presentato Clifford Stoll autore di un libro “Confessioni di un eretico high-tech”
dove veniva fatta una critica serrata e divertente dell'informatica
e delle sue promesse

aspetto con ansia le tue
:-)))