17 mag 2008

IMHO n.11

Undicesimo appuntamento con IMHO, rubrica che analizza la settimana sulla blogosfera italiana, secondo il parere del bloggante che cura questo spazio.

Ancora barcamp. La stagione è propizia e si susseguono gli appuntamenti. I resoconti dell' iWordcamp li trovate ampliamente raccolti nel blog di Paolo. Mentre già ci si riparte e ci si organizza per il MicroCamp, altro barcamp tematico al quale non parteciperò. Faccio gli auguri a Enrico di Meemi che potrà avere una platea interessata al suo ottimo servizio.



La blogosfera, comunque, continua a polemizzare su tutto. Ed è una cosa positiva, secondo me. Lo dico spesso anche ai convegni dove presento le dinamiche conversazionali degli "abitanti della rete".
E' davvero bello assistere a contradittori, anche accesi, su modelli, format, code più o meno lunghe. L'ultima è quella voluta e ben gestita da Montemagno, con il solito codazzo di antagonisti a prescindere, lecchini in cerca di riflettori, ma anche ottimi conversatori sulle tematiche proposte. Insomma uno spaccato di società italiana che usa il digitale come un talk show dove tutti scelgono momenti, luoghi e tempi per conversare. Io ne sono entusiasta.



Per la politica è tempo di inciuci. O di compromessi storici. O di rassegnazione? La blogosfera si chiede se il dialogo fra opposizione e maggioranza, sia un bene o un male. Forse è presto per capire cosa si sta prospettando per la nostra giovane democrazia ma, una cosa è certa: mai come adesso Berlusconi è legittimato a governare. Anche la legge elettorale "porcata" viene dimenticata e, a parte i soliti antagonisti, quasi tutti hanno capito che gli italiani sono in gran parte rispecchiati dal modello "Silvio". Boccone forse amaro da digerire, ma chiaramente legittimato dalle schede.

Per il resto, gran fioccare di post su Travaglio e sui Rom o sui clandestini in genere, seguendo il mainstream e provando ad allungare le conversazioni.

Tecnologia sugli scudi con l'annuncio di Friend Connect che preoccupa già alcuni blogger. Delirio di spam da Mybloglog e finalmente il Minority Report che si fa realtà.

Al sottoscritto bloggante piace ricordare come migliaia di blogger in tutto il mondo abbiano celebrato la giornata in favore dei diritti umani con grande intensità e coesione. In Italia, pochi blogger (ma buoni) hanno aderito e nemmeno gli aggregatori come Wikio ne hanno dato rilevanza per fare promozione su temi così qualificanti. Peccato!

Bloggers Unite

Nessun commento: