21 mag 2008

Idiozie

Mi è scappata. Ma la ripropongo: "idioti".
Quando si forza il mezzo per delle azioni inutili si scopre l'idiozia umana.

Che Twitter sia una killer application del mondo abitato della rete, è indubbio. Che la sua versatilità sia un pregio anche. Che la possibilità di costruirci applicazioni di valore sia un grande vantaggio offerto, è sotto gli occhi di tutti.

Ma che si sprechi tempo in sperimentazioni di questo tipo, IMHO, è un idiozia.



Control Lights with Twitter from Justin Wickett on Vimeo.

5 commenti:

viruzz ha detto...

Ma perchè dici questo? Io non conosco bene twitter ma mi aspetto che in un futuro non troppo lontano quando la penetrazione della banda larga, del wireless, dell'internet sul cellulare, insomma dell'essere sempre connessi avrà raggiunto la maggior parte delle persone e quando anche i dispositivi che abbiamo in giro per la casa o per l'ufficio saranno connessi, un servizio tipo twitter potrebbe essere uno dei modi per mettere in comunicazione le persone e le cose.
Non trovi che sarebbe comodo accendere il riscaldamento via twitter col cellulare?
l'ESSEMMESSE? Vecchioooooooo :)
Ehi, mi sa che dovrò iscrivermi anch'io a Twitter se non voglio restare al freddo... *-)

catepol ha detto...

a volte sei troppo duro
:-)
solo per il tempo che c'hanno perso a sperimentare e fare il filmino
:-)
dai su

Gigi Cogo ha detto...

Si forse duro! E' vero.
Ma sono stanco di tecnologie "intriganti". Non è forse tempo di tecnologie "utili"?

Secondo me proporre twitter in un campo in cui la domotica ha già fatto passi da gigante è tornare indietro.

Ecco perchè la definisco un idiozia. Perchè non crea nulla di nuovo. Non è creativa e non porta valore. E' geek, intrigante, ma inutile, per cui idiota.

Ciao

viruzz ha detto...

Mi stupisco di vedere un atteggiamento così "talebano" da parte tua, Gigi... :)
Innanzitutto, io penso che la sperimentazione sia sempre da apprezzare. Anche quando per diversa cultura o per angoli di approccio diversi o semplicemente per incomprensione non capiamo a cosa può portare. E' vero che la domotica ha fatto passi da gigante. E allora? Vuoi forse dire che per questo motivo Twitter non può avere niente a che fare con la domotica?
Tecnologie "utili"? E chi le può definire tali al giorno d'oggi? In un momento storico nel quale la rete e la tecnologia sta rendendo tutto così fluido?

Gigi Cogo ha detto...

@viruzz,

è vero, ho un atteggiamento talebano :-)
Ma proprio perchè, IMHO, banalizzare l'uso ti questi mezzi non aiuta.
Raccontavo al Materacamp che quando l'ho proposto come sistema di broadcasting a degli ??? esperti di comunicazione, mi hanno detto: "a quello sul quale vi dite, ciao vado al cesso?"

Ecco, IMHO, non bisogna offrire alibi. Come ho scritto nel post, Twitter è una killer application. Ed ha un interfaccia aperta (API) disponibile per molteplici sfruttamenti applicativi. Ma non devono essere banali, non devono essere geek. Devono essere utili.

Io penso che i canali sociali, tanto cari a noi abitanti della rete, vadano bonificati. Deve emergere la parte utile, o creativa.
E poi, che ci vuoi fare, devo anche talebanizzarmi qualche volta per vivacizzare le conversazioni :-D
Grazie per gli spunti.