29 mag 2008

Ci fottono!

I nostri economisti e i nostri governanti son tutti daccordo, il potere d'acquisto dei salari italiani è in caduta libera!



Ma, dall'introduzione dell'Euro, i nuovi ricchi sono aumentati. Una grossa fetta di commercianti all'ingrosso e al dettaglio (la cosidetta filiera) e una serie di professionisti si è arricchita fottendo il consumatore.


Commercianti. Liberi professionisti. Imprenditori della sanità. Mentre la crisi piega le famiglie, le loro entrate crescono ancora. Così il 10 per cento degli italiani possiede metà del patrimonio nazionale.

Al Porsche Center di Milano alla fine di agosto 2007, mentre il Paese si avviava velocemente verso una nuova stagnazione economica, si brindava a spumante e caviale. Spulciando i registri commerciali il titolare aveva scoperto che in 12 mesi ben 456 milanesi erano
entrati nel concessionario e staccato assegni a cinque zeri per portarsi a casa Cayenne fiammanti, le nuove Boxster e altre fuoriserie assortite. Vendite record, mai registrate negli ultimi anni. Il profilo dei clienti è variegato: imprenditori, avvocati e commercianti vogliono il Suv e la 911 coupè, mentre designer, pubblicitari e partite Iva preferiscono nettamente Cayman e Boxster, macchine che possono costare oltre i 120 mila euro. "Le nuove professioni tirano", ammettono i responsabili, "il boom ha coinvolto anche i negozi di Padova,
Treviso, Torino e Roma".

blog it

Insomma, loro fottono sempre di più e noi siamo i fottuti! Oggi per un chilo di pane ci vogliono 6 Euro, mentre loro girano in Cayenne e ci fottono!

2 commenti:

claudio70 ha detto...

Il sistema economico spinge evidentemente in una direzione ben precisa: il divario tra redditi autonomi e dipendenti aumenta. Perchè, allora, se il privato (la parte produttiva del paese) cresce tanto,l'economia non fa passi avanti? Perchè oggi non serve essere bravi a produrre o creare: basta saper scaricare sul successivo anello della catena i maggiori costi per energia, burocrazia, manager inetti, tangenti varie (vedi Telecom, Autostrade, Alitalia). Solo che, alla fine, il penultimo anello della catena sono i piccoli imprenditori, artigiani, etc. e l'ultimo anello (i più disgraziati) sono i dipendenti. Molti tra i piccoli imprenditori e artigiani, una volta autonomi, sono ormai ridotti quasi a dipendenti, schiacciati da adempimenti nuovi e gravosi e dalla concorrenza dei grandi gruppi (multinazionali, grande distribuzione, etc.). Possono solo difendersi o perire. Voi cosa fareste?

Gigi Cogo ha detto...

@claudio70,

per te vale il discorso fatto a Salvatore (che già pubblica articoli su questo spazio), perchè non mi mandi dei pezzi?
Potresti davvero diventare coa-autore. Le tematiche e gli approfondimenti che affronti sono validissimi. IMHO