8 mag 2008

Blogger per la Birmania

Ricordo un grande impulso di solidarietà e un gran numero di iniziative dei blogger italiani sulla rivolta dei monaci birmani: son passati solo pochi mesi.

Un bel ricordo che ora si affievolisce di fronte all'indifferenza con la quale i blogger trattano la tragedia che sembra ormai destinata a superare i 100.000 morti. In Birmania. Sempre in Birmania.

Non credo che quei morti siano meno simbolici dei monaci. Credo che i blogger italiani siano succubi dei giornali. Se i giornali (main stream) ignorano, i blogger fanno lo stesso. Peccato.



Basta inviare un sms al numero 48581 dal telefonino personale Tim, Vodafone, Wind e 3 per donare 1 euro. La donazione sarà di 2 euro chiamando lo stesso numero 48581 dal telefono fisso Telecom Italia. E' anche possibile effettuare donazioni bancarie sul conto corrente congiunto PAM-UNICEF presso Banca Etica, conto n. 303030, Filiale di Roma, Via Rasella 14, ABI 05018 CAB 03200, "UNICEF-PAM per Myanmar".

E' inoltre possibile sostenere l'azione dell'Unicef a favore dei bambini colpiti dal ciclone in Birmania con un versamento tramite: - carta di credito su www.unicef.it o chiamando il n.verde UNICEF 800-745.000.

cc postale n. 745.000 intestato a Comitato Italiano per l'UNICEF, causale "Emergenza Myanmar". - cc bancario n. 000.000.510051, Banca Popolare Etica, CIN R, ABI 05018, CAB 03200, IBAN: IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, intestato a Comitato Italiano per l'UNICEF, causale "Emergenza Myanmar". - donazione presso la sede UNICEF della tua città (elenco su www.unicef.it).

La Caritas ha aperto un conto corrente postale con il numero 34 70 13, indicando come causale “emergenza Myanmar”

Il PIME di Milano: “Bonifico bancario: intestato a Pimedit Onlus, Credito Artigiano - P.zza San Fedele, 4 - 20121 MILANO - IBAN IT 10 N 03512 01601 000000005733. (ABI 3512 CAB 01601 CIN N) Si prega di mandare sempre un fax al n° 02/4695193 o una mail a uam@pimemilano.com di conferma dell’avvenuto bonifico, specificando nome, cognome e indirizzo. Carta di credito (Visa, Cartasì, Mastercard): telefonando al n° 02.438221. Conto corrente postale: n. 39208202 intestato a PIMEdit Onlus, via Mosè Bianchi, 94 20149 Milano“.

La CISL lancia l'appello per una raccolta fondi per far arrivare al più presto al popolo birmano le risorse necessarie a coprire l'emergenza. Il conto corrente è il seguente:
BANCA POPOLARE ETICA
C/c Intestato a: ISCOS Solidarietà
Causale: BIRMANIA - EMERGENZA CICLONE NARGIS
c/c IT48 J050 1803 2000 0000 0101 547
o sul Conto corrente postale c/cp 68901008 intestato a ISCOS

1 commento:

maialino rosa ha detto...

In effetti è vero, con i monaci avete fatto un can can della malora mentre sull'uragano avete dedicto poche righe riportando solo quello che scrivono i giornali.

Un iniziativa, un appello, un sostegno anche morale alla Birmania.

Sappi che, son sempre quei bastardi della giunta militare che, anche questa volta impediscono gli aiuti umanitari. Prima lo impedivano per salvare i monaci, ora per salvare i loro concittadini. Questa giunta non ama il proprio popolo ed è una vergogna planetaria.