10 apr 2008

Flickr? NO GRAZIE!



Sia chiaro, non sto prendendo posizione. Per un semplice motivo.......ho bisogno di tempo e in questi giorni ne ho poco.

Resta il fatto che Yahoo (proprietario di Flickr) alla fine lo ha fatto! Ha inserito la nuova funzionalità video nel social network fotografico più gettonato e usato al mondo! Insomma il servizio più identificabile, e identificato, come "fotografico" per antonomasia, si è aperto al rich media!




Al di là del fatto che, IMHO, potevano anche presentare la funzionalità come "carica foto e video" invece di "carica video e foto" oggi, gli utenti di Flickr si stanno spaccando in due fronti. Quello pro e quello contro.

Quasi tutti i puristi della fotografia sono contrari. Giovanni mi ha invitato ad aderire al gruppo dei dissidenti: We Say NO to Videos on Flickr. Alberto, invece, è favorevole e ne spiega i motivi. Caterina riflette e Geekissimo ne fa un analisi completa e utile anche per i miei lettori, tanto che la riporto come fonte.

clipped from www.geekissimo.com
Questa scelta probabilmente mette d’accordo entrambe le fazioni che si erano divise sulla possibilità o meno di inserire i video in Flickr.
Un gruppo abbastanza fornito di utenti era decisamente contrario per il semplice fatto che il sito avrebbe perso la genuinità e la funzione iniziale di archivio fotografico, una sconfinata raccolta di foto, momenti ed emozioni.
Limitando a 90 secondi la durata massima dei video non ci dovrebbe essere alcuna speculazione e i video inseriti possono essere considerati come un’ estensione delle foto, un modo dinamico ed efficace per raccontare e condividere le proprie esperienze.
C’è inoltre da considerare che in questo modo si evita che Flickr divenga in poco tempo un deposito di materiale video protetto da copyright.

blog it

Sinceramente, non ho capito ancora bene dove andrà a parare Yahoo. Intanto, intravvedo scricchiolii sui rapporti di fiducia e sulla reputazione di questi colossi del software sociale.

Ci sono talebani che esaltano Yahoo e la vogliono difendere dal diavolo di Redmond. Sia mai che Yahoo venga acquistata da Bill Gates! Mai! Ci sono schiere di entusiasti sull'apertura di nuovi servizi web-sociali da parte di Microsoft. Evviva, anche a Seattle si accorgono che l'utente sociale è una risorsa! Fanatici di Google che rimpiangono i tempi in cui Big G era più social e meno industriale. Orde barbariche di Apple addicted che vorrebbero Steve Jobs intromesso nella trattativa del secolo. Salvaci Steve, compra Yahoo! Ti imploriamo!

Ragazzi, piedi per terra. Il fanatismo da stadio non ha nulla a che fare con gli interessi industriali, e di business, di queste Internet company!
Possiamo solo stare a guardare. Ok, partecipazione, ok web 2.0. Ma siamo SOLO utenti! E il nostro ruolo è quelle di contare +1 sul contatore che permette a queste grosse company, di offrire agli analisti finanziari il potere dei numeri. Insomma siamo un +1, solo un +1!

Ehi, non ho detto di non esprimere opinioni sui blog, ma non fatene guerre di religione! L'unico Dio di Yahoo, Microsoft, Apple e Google è il Dio D.......

Nessun commento: