12 apr 2008

Dichiarazione di voto



Voterò per chi difenderà lo stato laico. Proprio perchè sono cattolico.
Voterò per chi promuove il liberismo ma incentiverà la solidarietà.
Voterò per chi garantirà le liberalizzazioni e distruggerà le rendite di posizione.
Voterò per chi crede nell'innovazione come volano dell'economia.
Voterò per chi cambierà ciclicamente i quadri dirigenti del partito ma non metterà mai voce nelle nomine dei manager pubblici.
Voterò per chi incentiva la meritocrazia ma garantrà l'accesso allo studio e alla carriera scolastica a tutti.
Voterò per chi garantirà processi giusti, tempi veloci e pene certe per i colpevoli.
Voterò per chi difende la libertà di espressione, il pluralismo dell'informazione e l'editoria indipendente.
Voterò per chi difende l'ambiente ma non frenerà lo sviluppo attraverso una politica del "non fare".
Voterò per chi ha senso dello stato e rispetto delle istituzioni. E per chi crede in un Italia unita, indivisibile e sovrana.
Voterò per chi garantirà un sistema sanitario nazionale che non discrimini l'accesso alle prestazioni e alle prevenzioni ai più deboli.
Voterò per chi pretenderà una contribuzione fiscale equa e compatibile con il reddito percepito.
Votero per chi erogherà servizi pubblici uguali per tutti e non discriminati in base alla capacità contributiva.
Voterò per chi crede nei giovani e non nei "propri figli".
Voterò, statene certi, ora sapete anche per chi!

3 commenti:

newmediologo ha detto...

Io sto ascoltando la Canzone Popolare di Ivano Fossati e sono sicuro che la sta canticchiando anche Uolter..

Si può fare o come si dice a Roma "una noce da sola dentro un sacco non suona"

Ma tante si..

mignolo ha detto...

bellissimo post Gigi.
Guarda, se lunedi "quello" perde penso che sfilerò con bandiere e trombe al seguito. Io non li sopporto piu.

catepol ha detto...

in tutta sincerità...io spero che "si possa fare" realmente.
Cosa?
Lunedi sapremo.