04 apr 2008

C'è poco da ridere



Ormai la figura barbina il manager rampante di Telecom l'ha fatta! Mezza Italia ride, ma c'è ben poco da ridere. Da ieri sera è andato pure su Striscia la notizia. Servisse a qualcosa.

Secondo l'indagine di Repubblica è palese che la classe imprenditoriale non è per nulla diversa da quella politica. Anzi è casta intoccabile e sempre più ingorda.

Ed è proprio per questo che non vedo più differenza fra pubblico e privato. Nessuna. Figli dello stesso vizio!

clipped from www.repubblica.it

Il caso Telecom, da anni è il Bengodi dei compensi made in Italy, è emblematico. Il titolo è in caduta libera (-7,8% nel 2007), gli utili frenano (-18%), il dividendo è stato drasticamente tagliato. Eppure Riccardo Ruggiero, l'ad uscito di scena con una busta paga di oltre 17 milioni, si è raddoppiato a 3,7 milioni il bonus per le performance aziendali. Benissimo è andata anche a Giulia Ligresti, presidente e ad Premafin. La holding di famiglia, a dire il vero, non ha vissuto un 2007 particolarmente brillante: l'utile è calato del 30%, le azioni del 22%. Lei però si è consolata con un congruo ritocco (+29%) alla busta paga, salita a 4,4 milioni di euro.

blog it

3 commenti:

newmediologo ha detto...

Negli USA il signorino oggi sarebbe stato chiamato ai piani alti ed avrebbe ricevuto i suoi nuovi strumenti di lavoro ovvero:

- secchio
- Mocio Vileda
- Lysoform

ed in questa maniera avrebbe fatto brillare l'azienda o almeno i pavimenti.. Qui i managers superpagati riescono solo a far fallire le aziende, poi cambiano e ricominciano.. C'è forse da stupirsi..??

federico ha detto...

A casa, a casa, a casa, a casa, a casa!

viruzz ha detto...

Bah, sai... le generalizzazioni sono sempre sbagliate. In questo caso io differenzierei gli imprenditori veri (che rischiano il proprio capitale) dagli imprenditori di nome e dai managers (che rischiano il capitale degli altri).
Gli imprenditori veri sono bravi in Italia come e di più che nelle altre nazioni.
Gli altri, abbiamo visto tutti in cosa sono bravi. Nel fare il proprio interesse.
Il nostro problema è che in Italia di imprenditori veri ce ne sono troppo pochi.
Il peccato originale (come ha ben capito Veltroni che ne fa un cavallo di battaglia della sua campagna elettorale) è che nel nostro paese il merito e le capacità non rappresentano un valore. Anzi!