07 mar 2008

Web reputation

Web a web 3.0. Ovvero la terza puntata del palinsesto più scapigliato della rete.
Domenica sera si "conversa" di web reputation.




Tema caldo, favorito dalla sovraesposizione dei blogger, dal narcisismo dei blogger al rumore mediatico generato dai social software.

Vorremmo mettere a confronto la vita in rete di un blogger quasi sconosciuto e di una stella del firmamento :-) blogopallico italiano.

Quando? Domenica alle ore 22.00
Dove? Su Mogulus
Regia? Antonio
Coordina? Vittorio
Attori? Francesca e ........ stay tuned, perchè se ci riusciamo, stavolta mettiamo in piedi un aggregatore con più dettagli.

5 commenti:

Davide Salerno ha detto...

Secondo me è un formato che non funziona e troppo "televisivo". Chi parla in diretta dice la sua, in chat ognuno fa lo stesso solo che se il numero di partecipanti è elevato (come le altre volte) alla fine chi è in diretta non riesce a prendere spunto da quello che si dice in chat e quindi ne viene fuori solo una grande baraonda.

Praticamente alla fine c'è qualche blogger che in diretta parla di un pò quello che pare a lui a braccio e tutti gli altri ad ascoltarlo e a parlarsi sopra in chat con il risultato che sembra di stare davanti alla TV, nè più nè meno.

Anzi, forse in TV i contenuti sono un attimino più decente e c'è maggiore interazione e conversazione.

A parte la primissima puntata che è stata bella ed ha raggiunto il suo risultato perchè i numeri dei partecipanti erano "piccoli", le altre sono state abbastanza deludenti anche considerando i problemi tecnici per cui certa gente inspiegabilmente non riusciva ad intervenire in diretta ecc ecc

capobecchino ha detto...

Secondo me dovresti/dovremmo strutturarlo diversamente, che so tipo una piazza in cui in una prima fase si raccolgono le domande o gli spunti di cui poi si registra e si prepara oppure in diretta si argomenta.

In questo modo secondo me possiamo far capire molte più cose ed in modo corretto per tutti.

Manfrys ha detto...

@davidesalerno è vero, il format è televisivo, ce ne siamo accorti subito e ne abbiamo discusso. Nella seconda c'era un moderatore (Stefigno) che raccoglieva le domande e le riproponeva nella chat privata di regia. Quello che dici in merito al "ognuno dice la sua / si parla a braccio" è esattamente quello che si vuole, anche perchè da queste discussioni "dal basso" (come direbbe Gigi) crescono le discussioni vere, così non parlano sempre e soli i "grandi". Credo che web a web sia più decente di tante altre, abbiamo due sole puntate alle spalle, nessun requisito o titolo, si parla per parlare, ne resta traccia della puntata precedente, facciamo uso di quello che la rete mette a disposizione, non chiediamo soldi ne tantomeno chiediamo di starci a guardare. La "primissima" puntata era un "non-puntata", ovvero era la prova generale, che sia riuscita bene ci fa solo piacere! I problemi tecnici "inspiegabili" sono dovuti alla piattaforma Mogulus, stanne pure tranquillo. Comunque ti invito (ti invitiamo) a dire la tua in una qualsivoglia forma (audio / video / in diretta con skype o chiamando un telefonino) registrata o live.

catepol ha detto...

bè non posso non dire la mia visto che nella seconda puntata ho fatto non solo un intervento ma praticamente ho intrattenuto durante i problemi tecnici

Davide potrebbe avere ragione, ma web2web non nasce, se non ricordo male, dalla volontà di fare una trasmissione televisiva di blogger o un talk show. Semplicemente è un modo come un altro per dire la nostra, insieme, in video e non solo.

A valle della trasmisisone di vespa, ma avremmo provato mogulus lo stesso (così come abbiamo fatto casa tesfigno, casa lastknight e provato yahoo video giusto per dire le ultime cose video partecipative, partite dal basso).

Stiamo provando uno strumento MOgulus a più voci e con regia. Non siamo professionisti, non siamo gente di televisione (magari tolto sirdrake)
Però sperimentiamo.
Non un talk show, ma una modalità nuova di condividere opinioni sensate.
Anche se andiamo a braccio, sappiamo di cosa stiamo parlando.

Certo andrebbe organizzata e scalettata meglio. Questo si. ne stiamo anche discutendo. Del come proseguire, quanti interventi video, come integrare meglio quello che si dice in chat con chi parla in video, come riallacciarci ai temi caldi della settimana o semplicemente su cosa intervenire, chi ha voglia di intervenire ecc.

Ecco tutto. Abbiamo degli strumenti che ci permettono di fare una cosa che dal cazzeggio e dalle prove può diventare altro. O semplicemente anche io, ultima ruota della blogosfera, posso dire la mia e confrontarmi con altri.

Nessuno ne impone la visione a nessuno. Se vi annoia cambiate canale, tornate alla TV ecc.

Sui numeri piccoli o grandi che dire?
Boh! Se tanta gente e rimasta a sentire anche con problemi tecnici vuol dire che la cosa non era totalmente sfrantumamaroni.
Migliorabile senza dubbio, con scalette, palinsesti, interventi magari concisi e chiusi in tot minuti a testa, una moderazione/regia più professionale, stacchetti, veline e ballerine.

Ci stiamo attrezzando. Prossima puntata: stefigno e catepol NUDI...

LOL

emme ha detto...

Ragazzi, io sono il blogger quasi sconosciuto per antonomasia, ma devo dire che a me la formula non dispiace pernulla. Davide, trovamela tu una trasmissione televisiva (broadcast, neh? ovvero uno schermo spara verso molti singoli separati) trovamela tu una trasmissione dove io possa:

1. Fare delle domande a ogni singolo partecipante

2. Intervenire su ogni singolo tema

3. Proporre un mio tema di discussione

4. chiacchierare con gli altri telespettatori commentando quello che dicono in video (posso al limite dire a mia moglie: VISTO QUELLO CHE PIRLA?)

5. chiacchierare con gli altri telespettatori di quello che la discussione ci fa venire in mente, scambiando idee, link, suggerimenti e fregandomene per un po' di quello che stanno dicendo (tanto c'è ancora @catepol che sta facendo da tappabuchi) ;-)

...

Dai, ammettilo: e' un gran casino, ma non e' tv. E' proprio qualcosa di nuovo, che funziona con regole diverse. E quello che stiamo (che stanno) facendo, e' sperimentare sperimentare sperimentare, tutti insieme, finché non troveremo il modo migliore per utilizzare questo strumento.

Tu c'hai presente Il Grande Fratello? La gente perde ore della propria vita a guardare dei pirla che chiacchierano di cazzatevarie. Ecco (adesso @manfrys mi spara) c'è anche il gusto del lurker che viene a vedere checcazzo si dicono questi qui, finalmente una parvenza di vitareale dietro centinaia di migliaia di milioni di righe di twitter, di post in blog autoreferenziali... Finalmente un po' di confronto. Ciascuno dice la sua, ma la integra con quella degli altri...

Io, nel gruppo sono portatore sano di regole, nel senso che a me piacerebbe che ciascuno arrivasse all'incontro ALMENO con un argomento che ha approfondito in modo tale da poter dare spunti a chi guarda/ascolta, fossero anche link a siti, post, libri da leggere, quel che ti pare... Mi piacerebbe insomma che ci fosse un po' di preparazione in piu'.

Credo che col tempo ci arriveremo.

Marco di http://www.supersalute.com
--- --- --- --- --- --- --- ---
seguimi su http://twitter.com/morello
leggimi su http://oltreweb.wordpress.com