27 feb 2008

Pippo Baudo, apriti un blog

Giuro che non ho visto un minuto di Sanremo. Ma non lo dico per vanto. Lo dico perchè avevo altro da fare e la sera mi rilassa di più leggere feed.

Baudo mi ha sempre lasciato indifferente. Però oggi è uno di noi.
Abbiamo inveito contro Vespa che vede il degrado solo nei blog fino a ieri.
Ora mi leggo queste dichiarazioni del Pippo nazionale e gioisco. Tiè! 1 a 1. C'è del torbido anche in tivù. Se ne sono accorti.
Vai Pippo, apriti un blog, ti aspettiamo domenica sera su Mogulus!
clipped from www.repubblica.it

SANREMO - "Scazzottiamoci, prendiamoci a sputi in faccia, così fottiamo il pubblico, lo imbarbariamo e avremo un'Italia di merda". Il Festival continua a perdere spettatori (ancora un milione in meno rispetto alla prima serata), e mentre il direttore di RaiUno, Fabrizio Del Noce, parla di "riflessione necessaria", il conduttore e direttore artistico della manifestazione Pippo Baudo va dritto al cuore del problema: la qualità non paga, solo gli "sputi in faccia" smuovono lo spettatore, l'evento esiste solo se c'è lo scandalo.

blog it

4 commenti:

Frannie ha detto...

Sciocchezze. Baudo non ha capito che il pubblico vuole canzoni e musica di qualità, qualcosa di nuovo rispetto alle vecchie formule e alla tv spazzatura protagonista di quest'era.
Sparare cazzate ed inveire sul pubblico solo perchè si preferisce uscire la sera fuori, leggere i feed, oppure guardare altro o addirittura far l'amore e andare al cinema, insomma è da persone che non accettano sconfitte o meglio il cambiamento di gusti e preferenze, un nuovo trend. Insomma, Caro il mio Pippuzzo nazionale, tu sei Jurassico e i dinosauri non sempre piacciono a tutti. Fattene una ragione.
SiskaCeska

gianfalco ha detto...

E' che è crollata la baudience...

Micaela ha detto...

Sono d'accordo con il crollo della Baudodience di gianfalco. Dobbiamo considerare che la gente è stufa della tv spazzatura, degli urli ma anche di contenitori vuoti. Pensa che il suo sia un festival di qualità e che la gente non lo apprezzi? ma per favore, ok io non ho visto neanche un minuto ma da quello che ho letto in 4 ore di spettacolo solo 63 minuti sono stati dedicti alle canzoni... pensa che stacchetti con le veline di turno, o un ormai logoro Chiambretti possano interessare alla gente?? Probabilmente siamo in un momento in cui la televisione deve riflettere, continuano ad esserci flop, la trasmissione della Carlucci, quella della Cuccarini, per non parlare della perdita di ascolti del grande fratello... Baudo sbaglia, non è con una scazzottata che si risolve il problema... e cerchiamo di tenere fuori dalla blogsfera baudo..

Marco ha detto...

A me pare che Baudo sia parte di quella cattiva televisione che ora critica tanto. Celebrare i cinepanettoni, o presentare ogni cantante come "Il più grande", non aiuta di certo all'educazione alla qualità.