3 gen 2008

Un saluto a Francesco

Grazie ad Enore per aver scritto le belle parole su Francesco.

L'accessibilità è un tema serio, serissimo. Purtroppo il punto di vista (link audio) nobilissimo di Francesco non sempre viene ascoltato.
C'è una buona legge, poco applicata ma comunque una buona legge.
Ci sono tanti bravi operatori del settore e una serie di furbacchioni che vivono di rendita su questo tema scrivendo libri e offrendosi come consulenti. Ma così va il mondo.

Ciao blogger Francesco. Sei andato avanti troppo presto!
Intanto rifletto sul tuo ultimo post che è un macigno!

3 commenti:

enore savoia ha detto...

Gigi ti ringrazio del pensiero nei confronti di Francesco .. infondo la sua battaglia era un pò la tua ... un web universale e il diritto di tutti alla conoscenza !

Più che belle parole sono parole sentite ..perchè credevo/credo nei suoi ideali, e vedere cosa sia riuscito a fare un utente diversamente abile [ipovedente] mi quantifica la causa !

Mi sottolinei la presenza di determinati elementi "furbacchioni" .. tutto il mondo è paese !

Ma ci sono anche persone che contribuiscono attivamente allo sviluppo web e credo che adesso la parola d'ordine sia collaborare ... sin dalle piccole cose [come appunto ricordava Francesco nel podcast]

Roberto Scano ha contribuito a minimizzare e rendere piu facili alcuni punti di controllo della legge stanca [il tutto distribuito gratuitamente dal sito governativo pubbliaccesso] altrettanto Michele Diodati sta mettendo online il suo ultimo libro [gratuitamente]

per quando riguarda il mondo dei blogger sarebbe ottimo sensibilizzare nelle tecniche di base ..le piccole cose che possono rendere la vita piu semplice a tutti .. attiviamoci !!!

COLLABORAZIONE .. non si può parlare di social web se in primis creiamo contenuti con basi discriminatorie [nel senso standards] .. credo che Francesco ce lo abbia insegnato !

buon lavoro

Gigi Cogo ha detto...

Carissimo,
nel mio post ho fatto solo il tuo nome e quello di Francesco.

Sul resto ho fatto un discorso generale che riguarda, purtroppo il nostro paese, ed è quello delle rendite di posizione che vanno al di là dei principi ispiratori di leggi, regolamenti o semplici raccomandazioni.

Purtroppo riguarda l'accessibilità, l'egovernment ed altre tematiche dove, invece di ergersi a guru, molti professionisti potrebbero aiutare facendo cultura.

La cultura (e fra tutte anche quella digitale) fa crescere il sistema paese.

Tutto qui.
Un salutone

Anonimo ha detto...

Ma invece di fare il vago, perché non fa nomi e cognomi? chi sarebbero questi "furbacchioni"? sarà mica lei uno dei soliti furbacchioni che per far polverone e avere un po' di visibilità spara nel mucchio? questo è essere furbacchoni.