10 gen 2008

Grande lavoro di divulgazione

Essendo la materia importantissima e delicatissima, sottolineo che il lavoro fatto da Michele Diodati, e da una serie di collaboratori fra i quali il tristemente, e recentemente, scomparso Francesco Grossi.




Materia difficile ma possibile. L'accessibilità vista da un punto di vista tecnologico è facilmente adottabile. Oggi più che mai è possibile farlo.
Purtroppo nella pubblica Amministrazione, che per prima dovrebbe fare uno sforzo in questo senso, non è sempre facile visti i molti interessi in gioco.
Quando maturerà la sensibilità e la cultura che metterà finalmente anche il "diversamente abile" al centro degli interessi di un servizio web, allora avremo fatto un passo avanti.
Non servono solo le leggi. Serve soprattutto la sensibilità e la cultura.

Invece, l'accessibilità non tecnica che sfiora l'usabilità e la facilità di utilizzo dei servizi pubblici, è ancora tutta da inventare.
Troppo spesso anche un sito web tecnicamente accessibile, stenta ad essere "parlante". Il linguaggio burocratico allontana i diversamente abili e non solo.
Ontologie condivise e una semantica più semplice sono ancora un miraggio.
Complimenti ancora all'autore e ai collaboratori.

5 commenti:

Riccardo ha detto...

Bella segnalazione. Concordo con quanto dici.

Vedo che coerentemente, il libro è accessibile in html. Quindi complimenti doppi.

La presenza di Francesco nei collaboratori rende il libro più prezioso.

Una potenziale comunità di utenti ha detto...

Caro Gigi,

quando dici ..

.. l'accessibilità non tecnica che sfiora l'usabilità e la facilità di utilizzo dei servizi pubblici, è ancora tutta da inventare ..

.. sento il bisogno di chiedere se inventare sia veramente la strada giusta .. per raggiungere gli obiettivi che permettono l'accessibilità non tecnica;

forse "tutta da inventare" è un'espressione che vuole indicare quanto sia ancora lontana una meta desiderabile .. ma non facilita il compito di individuare un approccio immediato - attivabile anche subito - che aiuti a imboccare una strada per andarci, verso quella meta.

A me è sembrato di capire .. vivendo .. che gli obiettivi impliciti nell'accessibilità non tecnica si raggiungono con pratiche gestionali adeguate agli scopi prefissati, non condizionate da uno stato permanente di rincorsa dello stato dell'arte tecnica ...

Anche se non ho mai potuto raccogliere uno straccio di consenso .. su quello che mi è sembrato di capire .. resto attaccato a quella impressione come .. uno che scala in solitaria si attacca a una sporgenza nella roccia ..

Adesso sto appeso a un Blog "mono-post" sulla riscoperta e riscrittura collaborativa del concetto di utente .. rimmarrò incrodato in questa posizione fino a quando .. se sarà mai possibile .. riuscirò a trovare un altro appiglio abbastanza sicuro per tentare di ascendere verso una vetta di accessibilità non tecnica .. da utente, in una comunità di utenti.

Grazie per il post,

- Luigi

Gigi Cogo ha detto...

Caro Luigi,
il problema è molto più complesso e riguarda non solo la semantica tecnica e le future "ontologie" più o meno condivise con gli utenti.
Riguarda degli ordinamenti fermi a due secoli fa.
Pensa solo a parole legate agli ordinamenti.
Nel mio Ente il burocrate gerarchicamente al top si chiama Segretario. Noi abbiamo le Segreterie Generali.
Se io dovessi presentare il mio Segretario a un cittadino inglese direi: "questo è il mio segretario".

Per non dire che mi sono imbattuto in portali ministeriali che mettevano fra i link del menu la parola "raccomandazioni".
Siamo sicuri che qualche cittadino non pensasse di trovare dietro a quel link un favore?

E' proprio TUTTO da inventare :-(

Una potenziale comunità di utenti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
WAI2WAI "Luigi Bertuzzi" ha detto...

Gigi!

allora RIcomincio per l'N-esima volta e .. "da uno" a inventare una comunità di utenti rompiscatole .. ma anche dotati di immaginazione!

Fino a quando non scopro che può andare bene anche ad altri .. sarà una Comunità Mono Utente ... over 65 e quindi senza tempo per i cazzeggiamenti .. (con l'intento di stimolare il Marketing che si ripensa .. la Formazione che discute come gestire Risorse di Apprendimento e .. i Pubblici Amministratori come te che sono disponibili anche ad ascoltare)!

Il prossimo post WAI2WAI .. più tardi .. chiarirà questo sproloquio;

intanto goditi la Rambla e Barcellona!