18 gen 2008

Ezmo social music. Prova su strada!

Nel panorama dei social network musicali Ezmo è una giovane società di Oslo che sta cercando la sua collocazione in un palcoscenico dove i vari Last.fm, Jango, Jamendo, Mediamaster o Anywhere.fm stanno già scaldando i muscoli da tempo.



Ho avuto alcune notizie più dettagliate su Ezmo in quanto sto trattando per una partecipazione ufficiale al Twittercamp di Aprile che favorirebbe un incontro "social" con la blogosfera italiana da parte di questa giovane azienda.

Il servizio, presentatosi in Italia a Novembre 2007 con il suo dominio IT (www.ezmo.it) è già sbarcato anche negli Stati Uniti e, come servizi analoghi, permette di avere sempre a disposizione la propria collezione di MP3 su web. Ad oggi, secondo i dati ufficiali che mi hanno fornito, dispongono di un numero di utenti superiore a 30.000 di cui quasi 4500 solo in Italia con un volume di brani caricati che supera i 5 milioni.

Tecnicamente il servizio supporta file musicali (.mp3, .wma, .ogg, .m4a, .aac) che possono essere caricati su uno spazio illimitato per essere riascoltati in streaming tramite un browser web e, entro il mese di Gennaio 2008 verrà annunciato il supporto sui alcuni telefonini cellulari.

L’utilizzo di Ezmo è semplicissimo. Subito dopo la registrazione si dovranno caricare i propri files tramite un client dedicato (il Music Uploader) che sarà poi in grado di interfacciarsi direttamente ad iTunes, piuttosto che a Windows Media Player o WinAmp.

Il servizio, come detto, è di condivisione e di socializzazione. Non di distribuzione. Quindi non è possibile scaricare i files degli altri utenti coni quali si è in contatto attraverso il servizio.
Questa modalità, da un punto di vista legale, non deve essere assolutamente confusa con i sistemi di scambio di file in Peer-to-Peer

Ecco il disclaimer integrale:

"Ezmo wish to make a music service which makes it easy for consumers to discover and collect the music they want, but at the same time ensures that the artists get remunerated for their work. We have therefore opened discussions with all the major record labels in order to be able to sell music inside Ezmo. This is very important, as users discover new music on Ezmo and frequently would like to buy it. The idea is to make this a one-click experience, and to make it easy to get the purchased music into the Ezmo account. Seeing that the negotiations with the record labels is a lengthy process, we are also working on implementing intermediate solutions. An example would be one-click links from tracks and albums on Ezmo to purchasing them on Amazon’s mp3 store".

Detto questo, la cosa che mi ha più stupito è l'accordo con Last.fm che permette lo scrobbing fra Ezmo e Last.fm appunto. Un primo esempio "social" far social network tematici.

Nessun commento: