8 dic 2007

Voglia di SSO e identità federata.

Con il moltiplicarsi dei servizi e delle applicazioni su web (ma non solo) cresce il fastidio per la gestione delle identità alle stesse associate. Non parliamo poi della gestione password.

Ho già parlato di OpenID in questo blog e ora sono felice, come spero molti di voi, dell'annuncio, avvenuto durante l’ultimo Internet Identity Workshop di Mountain View, sulla disponibilità di OpenID 2.0.




Questa è la seconda versione UFFICIALE dell'ormai standard di identificazione digitale via protocollo protocollo https . OpenID non è un software da caricare sul computer. Esso non sfrutta nemmeno i famigerati cookies. E' solamente una federazione di identità attraverso il riconoscimento recipro di un servizio.

Se proprio volete rinfrescarvi le idee ecco il video che avevo già proposto.




Per la 2.0 ci sono già in circolazione molte interfacce e librerie open source pronte a supportare questa nuova versione e, come ho scritto alcuni giorni fa, chi commenta su questo blog si sarà accorto che Google non ci ha pensato su più di tanto per adottarlo.

Ma anche piattaforme di CMS come Drupal, e provider come MyOpenID o VeriSign PIP son già pronti a supportare questa versione.

Leggendo poi il blog ufficiale si capisce che stavolta, anche i grandi fanno sul serio e stanno aiutano il progetto....cit: "it’s important to remember that this has been the work of many folks not only within the OpenID community but also the OpenID Foundation, AOL, Cordance, JanRain, Microsoft, NetMesh, Six Apart, Sxip, Sun Microsystems, Symantec, Verisign and Yahoo!. Microsoft was instrumental in helping with legal support and guidance combined with the insight of Sun and Yahoo! with their joint work in developing the right language. This is great news as it means that today not only is OpenID 2.0 final, but all of the contributors have sent a strong message that OpenID must be freely implementable world-wide..."

Che sia la volta buona? Io sono un po maniaco sul concetto di SSO. Quindi, ci spero!

Per cui date un occhiata al listone e speriamo bene.

Su OpenID ho scoperto anche un blog italiano che, puntualmente ho inserito nel mio aggregatore.

Nessun commento: