16 dic 2007

I blogger sono social? Proviamo con il bloggers unite!

Ho analizzato diverse volte su questo blog le dinamiche "sociali" della blogosfera. Anche scatenando un certo contradittorio. Secondo me utilissimo.

Rimango dell'idea che i tentativi di rendere "sociale" la blogosfera sono tutti validi. Purtroppo il fenomeno in Italia è ancora molto autoreferenziale ma non mancano bellissime occasioni:
  • I barcamp
  • Le cene fra blogger
  • I meme
  • I contest (concorsi)
  • Le iniziative etiche, sociali e politiche
Ricordo ancora la grande movimentazione dei blog italiani sulla Birmania e l'iniziativa sull'ecologia del Blog action day, solo per fare alcuni esempi.

Dall'altra parte dell'atlantico questo aspetto è molto più sentito. Vista da qui sembra davvero un altra storia. Ok, magari gli americani fanno spettacolo anche sulle iniziative etiche e sulle forme di collaborazione ma tanto fa che il fenomeno h dimensioni 1000 volte più ampie.

Copiare? Non lo so! Le culture sono diverse. Noi siamo più intimisti. Non c'è dubbio!

Oggi vi parlo di questa iniziativa: Blogger Unite.



Tutti i blog che aderiscono possono fare "qualcosa di buono". Un "Act of Kindness"!
Basta scrivere un articolo, domani 17 Dicembre, parlando di qualcosa di buono, gratuito e fatto per gli altri, senza tornaconto. Qualcosa che possa indurre anche i lettori non-blogger a fare qualcosa di buono!

Magari qualcuno storcerà il naso perchè associato all'evento c'è pure un premio e ci sono diversi sponsor! Io penso che ne valga la pena. Daltronde anche da noi le iniziative etiche e sociali, spesso, sono accompagnate dalla "charity" di qualche sponsor!
Quindi, guardando un po Google mi sono accorto di essere il primo blogger a spingere questo evento in Italia, ora faccio tam-tam! Speriamo che qualcuno mi segua!

13 commenti:

vitocola ha detto...

Capisco tutti i tentativi di rendere "sociale" la blogosfera (barcamp, cene, meme, contest, iniziative etiche, sociali e politiche) ma mi spieghi perchè dovremmo fare questa buona azione ? Cos'è un "fioretto" ? Uno sforzo da boy scout ? Se domani invece di scrivere un post do il mio braccio alla vecchietta per attraversare la strada, vale lo stesso ?

Gigi Cogo ha detto...

@vitocola

Certo che vale.
Il problema è che, come al solito, abbiamo mille motivi BUONI per non fare e non ne troviamo MAI uno buono per fare :-)

Il blog serve anche per aprire relazioni sociali che possano favorire azioni. IMHO

enore savoia ha detto...

@Gigi ... non me ne volere ma di sociale sia in questa blogosfera italiana che anche nelle altre sfere ... vedo ben poco ! Parole parole parole e parole ... permettimi ma si blattera il "sociale" la condivisione della conoscenza ed altre mille utopie ! Sino a che gli utenti diversamente abili [sia portatori di handicap che gap ] sono tenuti fuori ... rimane una "discriminazione sociale" ... e tu in veste di educatore dovresti saperlo bene... altro che social web !

Mi aggrego a Vito ... non post ma vere "azioni sociali" di utile interesse ... e i geek scendano dai loro minareti e diano una ripassatina agli standards web .. forse riusciamo a risolvere qualcosa !

Con stima ... esav

Gigi Cogo ha detto...

@enore savoia
spero tu concordi con me che sulla materia dell'inclusione son sempre in prima fila.

Sull'inclusione dei diversamente abili ho qualche remora. Nel senso che ci lavoro e da anni studio il problema e partecipo a diversi progetti.

Anche in quel caso (tralasciando i blog autoreferenziali con i quali giochiamo) è molto difficile far decollare una cultura dell'accessibilità.
Fra l'altro, non solo per le resistenze culturali ed economiche ma anche perchè in quel campo si sono creati altri mostri.

Altri guru che prima hanno fatto scrivere la legge come volevano loro e poi si sono scatenati con libri, conferenze e consulenze.

O no?

Io resto SEMPRE dell'idea che ogni piccola azione è COMUNQUE un azione. Ogni chiacchera non sarà ami un azione.

Un saluto con stima e rispetto delle diverse opinioni.

catepol ha detto...

fare una cosa buona tutti insieme è diffondere una coscienza del bene tutti insieme contemporaneamente in modo che per un giorno si diffondano questo tipo di informazioni. penso che gigi lo abbia segnalato per questo e io ho aderito per questo...perchè per un giorno scriviamo di qualcosa di buono (e quindi volontariato, disabilità, azioni sociali...insomma ognuno il suo)... a chi facciamo del male?
a nessuno

una giornata in cui invece di scriver tante cazzate come facciamo di solito scriviamo qualcosa di buono per noi e per gli altri che male può fare alla blogosfera?? nessuno...

sull'accessibilità dei disabili ci sarebbe tanto da dire, concordo. Ecco magari raccontiamocelo domani...è una cosa buona parlarne no?

se domani dò il braccio alla vecchietta perchè con la neve potrebbe cadere
lo faccio per fare una buona azione concreta
mica lo faccio per scriverci un post...

però se scrivo un post di come aiutare le persone in caso di neve ad attraversar la strada...diffondo delle informazioni e una cultura civile e sociale che tutti dovremmo avere...
ne parlo insomma perchè altri possano agire...

o no?

Manfrys ha detto...

Una "buona azione" la fai e te ne dimentichi.
@Vitocola non si è costretti a farne e credo che dare il braccio alla vecchietta sia di quanto più social ci sia ;-) quindi vale!
@enore non confonderei i termini, blogger e geek non sono sinonimi, mi associo per quanto riguarda gli standard ma spesso sono i "committenti" a volerli così!
Di mio aggiungo quello che scrissi sul blog di Salvelli,il blogger, c'è chi lo fa di mestiere e per soldi, c'è chi lo fa solo per la gloria (forse ...)

enore savoia ha detto...

@Gigi .. in perfetta sintonia, ma ri-sottolineo il concetto accessibilità ... sarà la strada piu dura da intraprendere ma è l'unica che permette una completa universalità del web ... non pretendo da parte dei privati una linea ferrea a riguardo delle direttive stanca ... ma un minimo di coerenza, che ne possa rispecchiare sia il fattore culturale che civile !!!

@Cate .. :) sono anni che ogni giorno cerco, come voi del resto, di sensibilizzare quella manciata di utenti che hanno avuto la pazienza [ce ne vuole assai] di seguirmi, ergo : non serve un giorno particolare ... ma la goccia continua !!! Il mio appunto era generalizzato, dialogando verso persone che ne possono pesare il valore, Gigi in primis !

[quote] però se scrivo un post di come aiutare le persone in caso di neve ad attraversar la strada...diffondo delle informazioni e una cultura civile e sociale che tutti dovremmo avere...
ne parlo insomma perchè altri possano agire...

assolutamente si ... ma se quel documento non è accessibile rimane una ruota perpetua! [nulla di personale ma generalizzando]

non mi rimane che augurarci un buon lavoro ...

esav

enore savoia ha detto...

@Manfrys

scusami ma stavamo postando in contemporanea :)

premetto che per me non esistono ne blogger ne geek .. ma solo persone !!!

Persone che caratterizzano il web.. lo usano a scopi culturali, sociali, business e mettiamoci anche le riflessioni del prof. Bauman [per narcisismo personale] sfociando poi nella disamina del web 2.0 inteso come social web [cannibalismo tra simili e oppio dei popoli] ...

la mia era solo una provocazione a fare qualcosa di concreto verso il web e le persone che lo caratterizzano ! Si può iniziare anche da piccole cose ... e sono quelle piccole cose che fanno grandi le persone !!!

un saluto !

vitocola ha detto...

… «fare una cosa buona tutti insieme è diffondere una coscienza del bene» … ma allora avevo ragione io che qui tra un po’ si scatena il catechismo della prima ora !
Non credo che il problema sia «a chi facciamo del male?» ma piuttosto a chi facciamo del bene e forse in che modo lo facciamo ?
Io avevo detto “se domani do il braccio alla vecchietta” solo per ironizzare sul buonismo alla boyscout ma certo che non avevo nessuna intenzione concreta.
Il punto è che sono straconvinto che dietro un post (o meglio un blog) ci sono persone, idee, pensieri e che metterli insieme significa “rendere sociale la blogsfera”, ma non ho voglia di impegnarmi a simboleggiare una buona azione.
Non sarebbe meglio partire da un’idea (buona o brutta è poco importante) e discuterla, condividerla, magari incontrandosi qui o la e se ne vien fuori qualcosa di buono può darsi che del “bene” (se deve essere ciò che si impone alle nostre coscienze come qualcosa che deve essere fatto) forse lo facciamo?
Boh, sarà il mio ateismo che parla più forte del mio pensiero concreto ma proprio dalle buone azioni e dai fioretti ne sto lontano come la peste.
Chiedetemi di partecipare a qualcosa e se la ritengo “buona” (ma anche interessante) corro come un fulmine a darvi una mano !

ComeLaChiamiamoCosa ha detto...

A modo mio ... come canta Lucio Dalla in Piazza Grande .. vorrei poter essere social anch'io!

Sono andato a postare un soffertissimo commento di CampoBaseWeb in questo post di Marketing Agora.

L'idea - se ho capito bene - sarebbe che per essere social (come blogger) si dovrebbe poter influenzare positivamente un interlocutore (nel senso di procurargli un beneficio) ..

Il video citato dal post chiarisce il senso di "influenzare"

- Luigi

enore savoia ha detto...

@Signore/i credo che lo scopo di Gigi sia stato raggiunto ... involontariamente abbiamo fatto la nostra buona azione .. e messo in campo una discussione .. a mio avviso molto ma molto costruttiva !

colgo l'occasione per augurarvi un felice natale [nel caso non ci sentiamo] e che il 2008 porti le cose piu belle !!!

esav

Gigi Cogo ha detto...

No ragazzi, vi prego.....
@comelachiamiamo cosa,

lungi, lungi dall'essere influenti o oinfluenzare.

Per lo meno io non ne sento il bisogno.

Il mio unico bisogno è quello di stabilire e rafforzare RELAZONI di tipo PEER!

Se poi, assieme (come nel caso di questa ACTION) si riesce a far qualcosa, tutto di guadagnato per il sistema. E MOLTO di PERSONALE guadagnato sulle relazioni.

ComeLaChiamiamoCosa ha detto...

Caro Gigi,
mi sembra che sia solo questione d'intendersi; il video citato si riferisce - mi è sembrato - a una modalità comunicativa alla pari ...
forse l'uso della parola "influenzare" è inteso nel senso di "reciprocare" ... io metto a disposizione una mia conoscenza nella speranza che qualcuno reagisca con un feedback positivo ..
Ma potrei aver capito male ...

Aspetto altre opinioni in merito .. mi sembra un chiarimento utile.

- Luigi