13 dic 2007

Avere in pugno la propria vita!

Rincorrendo i momenti, sempre più rari, nei quali posso dedicarmi alla lettura, son riuscito a riflettere sulla lettera del mio parroco, solo oggi.



Non è una predica religiosa che vi voglio proporre, ma solo una riflessione su un passo che avrei potuto leggere tranquillamente domenica scorsa, ma son riuscito a fare mio solo oggi.

"Una vita sempre più di corsa, sempre più problematica dove il tempo per ritrovare forza, direzione e fiducia si riduce sempre di più. I telegiornali si riempiono talmente di fatti di cronaca nera, rosa e gialla che invitano a cambiare canale. E per quanto premi sul tasto del telecomando la situazione cambia poco: gente che piange perchè lui è andato con un altra, poliziotti e carabinieri che cercano il colpevole, ragazzi e ragazzine che cercano di sfondare cantando e ballando, adulti/adolescenti che a quarant'anni cercano di scegliere la fidanzata tra venti aspiranti, dibattiti infiniti di politici che si offendono a vicenda..... E poichè abbiamo la delicatezza di fermarci con gli esempi non resta che... la pubblicità....almeno quella ogni tanto strappa un sorriso. Ma non possiamo continuare a correre tutto il giorno sperando che due minuti di pubblicità ci ridonino il sorriso dopo non essere riusciti a scanbiare due parole con moglie, marito, figlio o genitori perchè....è suonato il cellulare. Se continua così ...l'illusione di aver in pugno la nostra vita e la successiva delusione (quando ci accorgiamo che non è vero) si trasformano in disperazione e paura."

Ovviamente Don Danilo ha chiarissima la ricetta. E noi, ce l'abbiamo ancora in pugno la nostra vita?

3 commenti:

Stefigno ha detto...

a volte la mia (di vita) mi sfugge,,,quasi completamente e cerco d'istinto di riprenderla,con scarsi risultati credo. il tuo parroco ha proprio ragione.ciao gigi :)

maialino rosa ha detto...

No non abbiamo più in pugno assolutamente nulla.
Siamo ostaggi di questi ritmi perchè non siamo più persone. Siamo solo consumatori.
Chiaro il concetto?

Marco ha detto...

La mia vita ho provato a riprenderla leggendo, leggendo, cercando di imparare.
Non dico di esserci davvero riuscito; ma almeno ho chiaro la posta in gioco. Prima, non ne sapevo proprio nulla...