17 dic 2007

Auguri blog!

Si dice che il 17 dicembre del 1997, Jorn Barger, abbia usato per la prima volta la parola “weblog”, quella da cui deriva il "blog" come lo chiamiamo oggi.




Per festeggiare questo avvenimento, il buon Jorn ci inviata a leggere le sue pillole di saggezza per diventare un bravo blogger e io ho provato a tradurle alla buona (se ho scritto stupidagini per favore commentate che correggo):

1. A true weblog is a log of all the URLs you want to save or share. (So del.icio.us is actually better for blogging than blogger.com.)
Un vero blog è un tracciato di tutti gli indirizzi che vuoi salvare o condividere (infatti del.icio.us è effettivamente meglio di blogger.com per questo utilizzo)

2. You can certainly include links to your original thoughts, posted elsewhere … but if you have more original posts than links, you probably need to learn some humility.
Sicuramente inserirai i link originali nei tuoi articoli...... ma se i tuoi articoli saranno maggiori alle citazioni dei link, forse dovresti essere un po più umile.

3. If you spend a little time searching before you post, you can probably find your idea well articulated elsewhere already.
Se passi un po di tempo a cercare prima di scrivere un articolo, forse riusciresti a trovare l'idea che vuoi scrivere già ben articolata da qualche parte.

4. Being truly yourself is always hipper than suppressing a link just because it's not trendy enough. Your readers need to get to know you.
Essere veramente se stessi è sempre meglio che nascondere un link solo perchè non è abbastanza di tendenza. I tuoi lettori hanno bisogno di conoscerti.

5. You can always improve on the author's own page title, when describing a link. (At least make sure your description is full enough that readers will recognize any pages they've already visited, without having to visit them again.)
Quando proponi un link, puoi sempre apportare dei miglioramenti al titolo proposto dall'autore. (Però cerca di descrivere ampiamente l'oggetto in modo che i lettori non debbano visitare nuovamente una pagina che hanno già consultato)

6. Always include some adjective describing your own reaction to the linked page (great, useful, imaginative, clever, etc.)
Cerca di inserire sempre degli aggettivi che enfatizzino il tuto rapporto con quella risorsa (ottima, utile, visionaria, intelligente, ecc.)

7. Credit the source that led you to it, so your readers have the option of "moving upstream."
Attribuisci la fonte che ti ha permesso di scoprire la risorsa, così i tuoi lettori avranno un idea sull'origine dei contenuti.

8. Warn about "gotchas" -- weird formatting, multipage stories, extra-long files, etc. Don't camouflage the main link among unneeded (or poorly labeled) auxiliary links.
Attenzione ai link "scovati" con -- formattazioni strane, storie e documenti troppo lunghi, ecc. Non coprire i riferimenti principali come inutili (o mal classificati) link ausiliari.

9. Pick some favorite authors or celebrities and create a Google News feed that tracks new mentions of them, so other fans can follow them via your weblog.
Scegli i tuoi autori preferiti e crea un feed con Google News in modo che i tuoi lettori affezionati possano seguirli attraverso il tuo blog.

10. Re-post your favorite links from time to time, for people who missed them the first time.
Reinserisci, ogni tanto, i tuoi link preferiti per aiutare quelli che li hanno smarriti.

Come potete notare c'è un po di tutto, dai consigli tecnologici, alle buone maniere. Tanta enfasi sulle buone maniere.

Se devo essere sincero mi sembra più l'esaltazione del bookmarking che del blogging!
Mah!

5 commenti:

catepol ha detto...

ottimi consigli...grazie gigi

Samuele ha detto...

Si, direi stupidaggini con una p sola... ;-)

Anonimo ha detto...

effettivamente dal papà dei blog ci saremmo aspettati di più
www.generazioneblog.it

Gigi Cogo ha detto...

@samuele,
zio palewtta hai ragione, la grammmmatica con 4 m non è il mio forte, purteoppo.

@anonimo
concordo, sinceramente mi aspettavo qualcosa al di là dell'apoteosi del bookmarking.
p.s. puoi usare openid ora che è integrato!

ma siete sicuri che ho tradotto giusto? :-)

Claudio ha detto...

I suoi consigli sembrano poca roba, probabilmente perchè lui parla di WEBLOG cioè del diario della mia attività su intenet. Oggi il BLOG è altro, è un diario di vita reale,vita reale che cerca visione su intenet. Non ha, quasi, più lo scopo di condividere con altri 'internauti' i siti visitati. Ma serve a condividere le proprie idee, conoscenze e quant'altro utilizzando il mezzo telematico. PIù che WEBLOG si dovrebbe parlare di LIFELOG. In questo i consigli suonano stonati. www.colpodigenio.it