18 nov 2007

Unplugged

Oggi mi sono disconnesso. Volutamente e fortemente. L'articolo di ieri vive ormai di vita propria e si è pure ramificato da Caterina e da Antonio. Sono uscito senza palmari, telefonini e altri cazzabubboli e me ne sono andato a Venezia. Unplugged appunto.

Sono andato al muso Guggenheim da cui mancavo ormai da diversi anni. Immerso in un atmosfera che avevo lasciato solo alcuni mesi fa al MoMA di New York. Ho ripreso fiato e speranza perchè ho potuto rivedere opere come questa:



o come questa:



che mi hanno lasciato nuovamente senza fiato.
Ok, lo avete capito. Amo il surrealismo, da sempre. E oggi mi sono nuovamente immerso in queste atmosfere. Ma anche in quelle di Picasso, Braque, Kandinsky, Klee, Pollock, Mirò, De Chirico, Severini, Gadda, Modigliani, Morandi ecc.

Le foto della giornata sono su Flickr.
Tornando alla parte abitata della rete, che ho dimenticato per quasi un giorno intero, ho cominciato solo ora a leggere tutti i commenti e non so nemmeno se riuscirò a leggerli tutti.
Chiaro che la discussione, e il contradittorio, mi rendono entusiasta. Sembra di essere tornati ai tempi dell'articolo sulla casta.
Purtroppo noto che si parla sempre fra parroci. I vescovi e i cardinali (Montemagno escluso) non incontrano quasi mai i loro fedeli. Ora qualcuno mi darà del pazzo totale, ma vedere la blogopalla come la CEI, non lo considero un azzardo. Sono entrambi due cenacoli chiusi.

I parroci sono i veri abitanti della rete quelli che si confrontano ogni giorno fra di loro e con i loro fedeli. I guru restano sul pulpito. E di domenica nemmeno su quello!

6 commenti:

Marco Montemagno ha detto...

Amen :)

Federico ha detto...

Gigi te lo avevo detto, Montemagno è simpatico

catepol ha detto...

bè dipende..se consideriamo la regola d'oro della blogosfera che conta e che recita mai postare cose interessanti di sabato e di domenica chi vuoi che le legga??

gigi potrebbe avere anche ragione che non si trovano sul pulpito i monsignori di domenica...e se non ci sono i monsignori anche se il popolino può andare a leggere le sacre scritture dall'ambone...senza monsignori non si può celebrare la messa...

ergo: regola numero due fai in modo che i post interessanti vengano pubblicati per lunedi mattina quando son tutti in ufficio pronti a leggere...

gigi te l'ho detot mille volte se vogliamo diventare blog star non dobbiamo postare nulla di sabato e domenica dobbiamo farci desiderare fino a lunedi matitna

LOL

Gigi Cogo ha detto...

Oddio, non ditemi che si ricomincia!

@montemagno, LOL

@federico, e chi ha mai detto il contrario, io ho parlato di un video con una platea che mi sembrava blogger centrica (almeno i post di quel giorno lo facevano percepire).
Ho già commentato sull'altro post. Non ho NULLA contro Montemagno, perchè non ho elementi in tal proposito. Il mio era un discorso asettico sulla parte intrinseca del video. Punto.

@catepol, a si è vero mi manca solo diventare dadostar dopo la senti mia moglie e i miei figli.
Io il sabato e la domenica ho più tempo, lo si capisce anche da Twitter, quando sono in giro per lavoro o in ufficio non riesco a fare molto.
E poi sono un rompiballe, ecco. Le regole scritte sulla pietra possono anche essere rotte. E' già successo con due tavole :-)
Comunque, oggi ero unplugged anch'io!

Anonimo ha detto...

Ecco cardinali e vescovi manca solo il papa

Giulio ha detto...

Gigi.
Il paragone è forzato... se conoscessi qualche povero vescovo, desiderersti essere un laico.