13 nov 2007

Guida di Feedburner - ulteriori criteri del pannello di ottimizzazione

Riprendo, dopo un po di giorni, la guida a Feedburner, rinnovando la preventiva visone delle puntate precedenti.

Tornando al pannello ottimizzazione, concentriamoci ora sulla funzione Feed image burner che permette di personalizzare l'immagine (logo) di accompagnamento della nostra pagina che verrà renderizzata dai lettori di feed.


Sostanzialmente si può sostituire il logo di Feedburner con un logo personalizzato. Feedburner suggerisce anche di utilizzare il contatore. In pratica un bottoncino che visualizza il numero di sottoscrittori.

E' importante riempire tutti i campi perchè non tutti i lettori sono in grado di interpretare il logo. In particolare i due ultimi campi permettono di alternare un testo (nell'esempio ho messo lo slogan del mio blog) e un link cliccabile.

Il risultato sarà questo:



Va anche detto che questa particolare funzione impatta su tutti gli applicativi che, poi, volessero utilizzare feedburner attraverso la funzione Awareness Api che vedremo più avanti.
Ad esempio, sul sito di Versionebeta i loghi sono anche una componente di comunicazione e usabilità:



La funzione Title/Description Burner è di più semplice comprensione e gestione. Permette di evidenziare lo slogan del blog e l'eventuale abstract. Non mi dilungo con immagini di accompagnamento, è davvero intuitiva.

Mi concentro, invece, sulla funzione Convert Format, dove è necessario fare un scelta importante.
Come già evidenziato nelle precedenti puntate, i formati di feed sono in continua evoluzione e gli standard non sono ancora del tutto definiti. Ora si tratta di capire la strategia che il provider del feed (cioè noi utenti di Feedburner) vuol adottare.
Convert Format funziona in abbinata, e in alternativa, all'altra funzione SmartFeed che abbiamo visto in una puntata precedente della guida.
Per farla breve, se abbiamo dei vincoli applicativi e dobbiamo scegliere un formato particolare: Atom o Rss nelle varie versioni, allora scegliamo Convert Format e disattiviamo Smart Feed.



Se, invece vogliamo massima compatibilità con tutto, allora attiviamo Smart Feed e disattiviamo Convert Format che è troppo stringente alla richiesta applicativa di chi lo deve aggregare in un formato specifico.

La funzione Content Type, invece, permette di cercare e di ottenere la compatibilità massima anche nella traduzione dei messaggi feed dopo il loro trasporto in rete.
L'imbustamento e la cifratura dei feed avviene con il protocollo MIME che permette di andare ben oltre il semplice messaggio di testo e di ottenere da parte del client la stessa rappresentazione che, in origine, il provider del feed aveva dato all'articolo sul suo blog.

Attenzione che ogni client può essere parametrizzato per l'associazione delle componenti MIME con le applicazioni a bordo del client stesso. Per esempio si può scegliere se aprire una immagine con Paint, con Photoshop e con Corel Draw!

Allora, se vogliamo che il nostro articolo venga visualizzato sull'aggregatore, sul client di posta o sul browser che legge il feed nello stesso modo in cui lo abbiamo formattato in origine dobbiamo permettere che venga imbustato in MIME e che l'associazione MIME delle applicazioni sia scelta dall'utente/client.
Feedburner fa di più e se ne abbiamo particolari esigenze applicative, spinge questa codifica di base verso altri livelli personalizzati. Ad esempio un applicativo potrebbe accettare solo la codifica di testo e allora dovremmo scegliere la modalità di default: text/html. In altre parole il comportamento di diventerebbe: "erogare contenuti xhtml mantenendo la 'genericità' dei documenti html".



L'ultima opzione che analizziamo oggi è quella relativa al servizio Summary Burner che, se il provider del feed lo ritiene utile, può comprimere la visualizzazione del feed a un numero predefinito di caratteri, rimandando a un messaggio personalizzato la possibilità di visualizzare le restanti righe nascoste.



Questa opzione permette di rendere il feed più veloce e di elencare un numero maggiore di articoli.
Attenzione. Per gli utenti di Blogbabel che vogliono partecipare alla politica dei MEME, è sconsigliabile attivare questa funzione.
Infatti, se il link che partecipa al MEME dovesse essere inserito nelle righe non visualizzate, Blogbabel non sarebbe in grado di associarlo.

Nessun commento: