18 ott 2007

Intervista a Finanza e Mercati sulle Google Apps

Pubblico l'intervista di oggi su Finanza e Mercati a cura di Carola Frediani, dalla quale si evince un mio punto di vista sul valore che le applicazioni on-line in ASP (Application Service Provider) possono dare anche alla Pubblica Amministrazione.

Su questo argomento avevo già rilasciato una intervista a Panorama e, nei prossimi giorni, dovrebbe uscirne un altra sul Financial Times.

Ovviamente Microsoft sta già ripondendo con le loro soluzioni. E anche Ibm, Sun e Adobe

4 commenti:

Marco ha detto...

Più passa il tempo e più mi convinco di questo: gli standard (vedi Microsoft), spesso vivono non per forza propria, ma per la pigrizia delle persone.
Forse è per questo che quando il nuovo (Google), si fa largo, la soddisfazione è alta.

Elena ha detto...

Accidenti, ricordati degli amici quando sarai famoso ;)

CampoBaseWeb ha detto...

Concordo con la considerazione di Marco: gli standard che ci troviamo intorno sono in diretta relazione con la nostra pigrizia.
Se gli standard leave something to be desired, cioè se non ci quagliano, sembra evidente che ci si debba dare una mossa.

Andrea Bichiri ha detto...

Credo che Google ultimamente abbia fatto passi da gigante in questo tipo di applicazioni. Microsoft è destinata a perdere lentamente il suo monopolio. Complimenti per la scelta coraggiosa!