18 ott 2007

Conosciamo meglio la nostra PROSTATA

Che nel blog si cazzeggi è ormai noto.
Proprio oggi rispondendo a un questionario di Massimiliano Caio sul marketing virale e sulla qualità della blogosfera italica ripetevo questo concetto. Spesso prevale la parte ludica e un po cazzeggiatrice, ma va bene per fare gruppo, per essere social.

Le nostre amiche blogger in gonnella, sentendo il soffitto di cristallo sempre più ingombrante, ci parlano di un sacco di cosucce che noi maschietti fcciamo finta di ignorare. Insomma lanciano un MEME.

Ma sulle donne la sappiamo lunga, secondo me. E' su di noi che sappiamo poco. Quando ci brucia il pisellino facciamo finta di nulla e soffochiamo il dolore. Invece dovremmo preoccuparci.
Se sentiamo parlare di PROSTATA pensiamo sia una cosa che sta sotto? sopra? dentro? al pisello e non riusciamo a capire perchè è fondamentale. Poi scopriamo che se smette di funzionare, allora non c'è verso di procreare. I nostri semini non sono più produttivi.





Alla fine se ci svegliamo diverse volte di notte e brucia sempre di più, allora la preoccupazione lieve diventa ossessione e impariamo (magari grazie a un amico o meglio a un medico) che intanto la PROSTATA sta più su e quasi dietro al nostro pisello e che può essere curata.

L'importante è non far finta di nulla. E non pensare che se a vent'anni non brucia e il nostro pisello sembra un fenomeno da circo la cosa non ci debba coinvolgere tutti.

Ecco care amiche anche noi, a volte, ci giriamo e ci voltiamo di notte, incompresi sperando che venga un momento migliore. Senza dolore.

Meme lanciato :-)

6 commenti:

Stefigno ha detto...

ecco argomento interessante questo gigi, per una parte di noi che ne soffre e che spesso per vergogna o per disinformazione non prende le dovute misure per contrastare questa patologia. Ne è stato afflito anche un mio amico recentissimamente e la cosa può essere curata , ma nel tempo ( almeno per lui ) e lentamente...come si dice :"ad ognuno la sua piccola croce.."
Massima solidarietà però con il popolo femminile, che soffre di quello strazio mensile..

Albo ha detto...

ci vuole pur qualcuno che parli di queste robe scomode... soprattutto quando c'è da controllarle... uh se sono scomode :D
che Luciano Onder vegli su di noi e ci protegga! :D

catepol ha detto...

ehehe vediamo se questo vostro meme "tira" quanto il nostro...però a quanto pare...da quel che leggo..è proprio se "tira" che cominciano i problemi...

che corpi diversi che abbiamo

floria ha detto...

ecco qui che sbucano le differenze di genere: non so perché, giuro, ma la prostata mi sembra meno poetica delle nostre cosucce: insomma, a parer mio non c'è gara. Un mio giovanissimo commentatore ha tirato in ballo le polluzioni, le erezioni involontarie, le erezioni precoci (sic!)... Oddio, a pensarci bene, siete messi peggio voi (o no?). Guarda là quanti meme possono uscir fuori :D

catepol ha detto...

si ma...ce li vedi tutti a parlar in giro per blog di problemi del pisello? Io no...

perchè l'autoironia è di pochi
;-)

perchè oltre al cel'hopiulunghismo ...
di queste cose ci si vergogna a parlarne...

però aperta a tutto: dimostratemi il contrario maschietti...
che domani sarà il pisello day...

non è esattamente la stessa cosa..non ci sarà lo stesso coinvolgimento di oggi

:-)

oppure si?

Storiedime ha detto...

Ah, caro mio, da sofferente di cistite per la bellezza di 12 anni, non sai quanto ti capisco, anche se non dotata di prostata.
Anzi, sono contenta, quando un uomo ne parla, e parla delle "sofferenze" che ne derivano, perché, prostata o cistite, qualche infiammazione accomuna i due sessi (se non possono farlo le mestruazioni, tornando al meme originario)