30 set 2007

Beta 3 per Windows Live Writer

Il desiderio di poter utilizzare un programma versatile per pubblicare sul blog può accompagnarsi alla necessità di svincolarsi dagli editor (spesso spartani) che le piattaforme di blogging mettono a disposizione.

Chi si trova a gestire diversi blog (personali, didattici, aziendali, ecc.) vorrebbe dotarsi di un client intelligente e versatile. La mia attenzione, sinora, si era tutta concentrata su Qumana.

Il buon Qumana è l'editor che, sinora, ho utilizzato a casa per la mia attività di blogging personale ma, ormai, i blog aziendali e didattici che proliferano in azienda mi costringono ad interessarmi anche di Live Writer, il prodotto beta di Microsoft che, forse, potrebbe integrarsi nelle realtà aziendali che utilizzano l'infrastruttura di servizi della azienda di Redmond (Active Directory, Exchange, Sharepoint, ecc.)

Lo avevo provato nelle prime versioni beta e già mi era sembrato un ottimo approccio.
Ora mi appresto a censirlo perchè, secondo me, Microsoft non lo ha ancora enfatizzato abbastanza e, forse, questo prodotto potrebbe essere un buon veicolo per implementare il corporate blogging.

Google, dicono i rumors, è quasi pronta con la versione Blogger per le aziende quindi, il colosso di Seattle è avvertito.























Windows Live Writer è, effettivamente, un prodotto che si predispone nell'ottica WYSIWYG (What You See Is What You Get) e permette, quindi, un controllo più snello rispetto agli editor on-line.

Oltre alla compatibilità assicurata con le maggiori piattaforme è interessante l'utilizzo con Blogger (piattaforma dove risiede il blog che state leggendo) Infatti, possiamo agevolmente inserire, in locale, le immagini dei nostri articoli sicuri che Windows Live Writer andrà a inserirle nel nostro spazio di Google Picasa. Chissà cosa ne pensa Google di questa invasione di campo?

Inoltre, cominciano ad apparire una serie di plugin (segno che lo sviluppo interessa diverse comunità anche extra Microsoft) e una versione (per me discutibile) portabile su USB.

Sul fronte del Collaborative Writing le funzionalità permettono la condivisione con più account e questo mi interessa anche per la parte corporate. Se ci fosse un motore di work-flow a cui agganciarsi, sarebbe il massimo.

L'installazione non è proprio facile ma il suporto Microsoft si è dimostrato disponibile e, on line, ci sono delle raccomandazioni da seguire alla lettera. E' una beta, ovviamente!

2 commenti:

Marco ha detto...

Io utilizzo abitualmente un software chiamato MacJournal (esiste anche per Windows: http://www.marinersoftware.com/sitepage.php?page=114).
Di questo programma mi piace (tra le varie funzioni che offre), quella "schermo pieno". Azzero il volume del computer, l'attivo e la scrivania scompare. Resto io ed il testo, nient'altro.
Un altro software interessante (open source) è Flock:http://www.flock.com/
Non mi piace molto l'interfaccia, ma lo trovo davvero interessante.

lorenz ha detto...

E' un mesetto che lo uso anch'io, e non ho avuto problemi di sorta..
Tra le varie funzionalità che apprezzo:
- la possibilità di allegare immagini ai post trascinandole direttamente dal desktop

- la preview, che ti fa vedere il post nel tuo blog, anche offline

Unico difetto: è un po pesantuccio a caricarsi.