15 mag 2007

Venetocamp..........un resoconto NON RAGIONATO!

Che dire.....è andata.



RoadMap 2, originally uploaded by plzalliance.


Parto da lontano. Ieri sera sono stato al Palasport di Mestre a vedere lo spettacolo di Beppe Grillo. I giornali ne parleranno, i commenti non mancheranno. Io ho a cuore la chiusura. Le sue ultime parole sono state "diffondete la conoscenza"!

Sembrava la chiusura ideale per una giornata che era iniziata con un convegno "istituzionale/ufficiale" organizzato da Regione Veneto sul tema "diffondere la conoscenza......".

Ed è da questo incontro fra la chiusura e l'apertura della giornata di ieri, che trovo un collegamento logico al Barcamp. Ovviamente secondo la mia personale prospettiva.

E' stato un Barcamp diverso. E così era stato annunciato. Si voleva mettere insieme il diavolo e l'acqua santa. Le istituzioni e il mondo esterno. I blogger professionisti con i giovani blogger dello Junirocamp. E così via.



Gadget - VenetoCamp, originally uploaded by Blublog.it.

Non so se ci siamo riusciti. Provo a fare il punto:
Elena: "La mattina partecipo al convegno "condividere la conoscenza", in cui non posso che apprezzare lo sforzo della Regione Veneto di capire, assumere, applicare gli strumenti del web 2.0 nel lavoro quotidiano. Sento il Dirigente della direzione Sistema Informatico della Regione, Salomoni, spiegarci che per il sito e la intranet usano i wiki, youtube, funzionalità google.. beh tanto di cappello.
Il pomeriggio invece inizia il Barcamp.
"

E che ti sembra? A me bene! Benissimo! Per far passare il verbo è importante che istituzioni, aziende e tutti i settori economici conoscano e capiscano quello che facciamo.
Se la blogosfera si chiude in setta, la combiniamo grossa. Facciamo un altra nicchia di isolati guru e santoni....e non va bene. La diffusione della conoscenza, e la diffusione della cultura tecnologica, devono essere patrimonio di tutti!
I blogger dovrebbero fare questo, mettere a disposizione la loro conoscenza, renderla di massa. E penetrare nei settori strategici della società per aumentare il grado di cultura digitale dei manager e di tutti quelli che hanno paura e si difendono dal nuovo!
Contaminazione! Si, contaminazione!



Il pubblico, originally uploaded by plzalliance.


Pluto: "per ultimo ma non meno importante il mio compagno barman nella preparazione degli spritz( si ho fatto anche kuesto oltre a gestire l organizzazione della sala piccola del barcamp)che ha confessato solo alla fine il nome del suo famoso gossip-blog"

Mi fa piacere che la parte sociale e ludica preveda momenti di festa e di socializzazione tradizionale. Un buon spritz serve a fare gruppo, senso di appartenenza.

EdTv: "Tutto ciò per dire che ieri ho partecipato a un evento che più di altri mi ha aperto gli occhi sul fatto che c’è tutto un mondo che ha molto ma molto bisogno di comprendere. Questo mondo in modo molto banale e poetico non ha nessun bisogno che gli veniate a strappare le pagine del libro, anzi. Ha bisogno che a ogni pagina del libro gli mettiate una didascalia e gli SPIEGATE che “sì è vero, ma c’è anche altro“.

No comment. Si commenta da solo :-)

Vibes: "Appena approdati, con una notevole fame, noto un cappannello di gente e la prima cosa che mi è passata per la testa è stata “ma saranno mica loro?” infatti dopo un scambio di sguardi con EdTv ho capito che erano tutti i blogger che conoscevo virtualmente ed è stato abbastanza facile rompere il ghiaccio".




A lezione di Twitter, originally uploaded by gigi.cogo.

Si , le reti sociali sono questo, gente che digitalmente si conosce ma che "personalmente" non si incontra. Quando al rete sociale diventa reale, tutte le barriere cadono. E basta un attimo!

Miketrevis: "Se non si fosse capito, quando ci siamo ritrovati tutti al piano di sopra, veri appassionati del barcamp, di twitter e di web 2.0, è nato qualcosa di diverso dalla versione originale del barcamp, qualcosa di autentico e genuino, tanto che tra una birra e uno spritz siamo riusicti a fare una presentazione standup su twitter grazie ad elena hikari e Feba".




i romagnoli, originally uploaded by gigi.cogo.

Le cose nascono così. Non c'è nulla di codificato. Non abbiamo certezze. E qui potrei partire con una critica ai "talebani". Si quelli che pontificano, il Barcamp si fa al sabato, si fa senza sponsor, si fa seduti, si fa in piedi, si fa in maglietta e non in cravatta, si fa all'ombra e non al sole.
E' l'improvvisazione, quella "chimica" che nasce solo conoscendosi e frequentandosi. Quella "chimica" che abbatte tutte le certezze e mette in moto i mille dubbi che abbiamo.
Li serve essere "amici" per sostenersi e per andare avanti.
E qui lo dico. E qui mi arriveranno critiche. I top blogger italiani (quelli da alta classifica Technorati) ci hanno un po snobbati. E allora?
Beppe Grillo nei primi dieci al mondo è in classifica Technorati?
La blogosfera è di tutti! Punto! Non ci sono zone chiuse, zone franche o lobby o "rendite di posizione" da classifica o da chi prima arriva!

La critica del sabato la capisco poco, ma la rispetto. Tanto che il prossimo vorrei farlo all'aperto in un parco di domenica o come propone Luigi, in montagna.

Si, post delirante, qualcuno mi dara del troll ma in queste cose credo. Credo in tutto ciò che è "informale".

Gianni: "Buona la presenza di interventi sugli usi del web 2 all'Università e nella Formazione Professionale.
Numerose presenze, pur essendo un lunedì pomeriggio
".

Effetto contaminazione. Questo volevamo. Portare le università, e son venute, le aziende. Grazie a Roberto Minerva per il suo coraggio!
Altre aziende erano mischiate e i dipendenti pubblici c'erano.

PLzAlliance:
"I partecipanti sono molti e sono arrivati in anticipo rispetto alla tabella di marcia esaltando così gli organizzatori".

Eppure qualcuno ha detto pochi! Ma lo sapete che fra Juniorcamp e Barcamp eravamo in 208?
Fatti, non p....tte :-)

Weblearning: "Dev’essere questo che mi rode un po‘, lo ammetto. Siccome i problemi ci sono e anche piuttosto grossi (sarà per la sua capacità di andare al sodo facendosi capire da tutti che Beppe Grillo suscita commenti acidini?) com’è che nessuno litiga con nessuno? Gigi sta attento al rischio “setta di santoni” io in un primo momento postbarcamp ho sentito il rischio “tarallucci e vino”.

Spunti che mi prudono. Hai ragione. Ma ieri Grillo ha concluso il suo show (e non erano tarallucci e vino) dicendo esattamente "condividete la conoscenza".
Forse la parola setta è forte, ma in Italia il "leccacullismo" le crea.
Leggendo i commenti ai post dei top blogger spesso leggo "ti ammiro, sei la mia guida, ti adoro, mio faro". E' quello che Grillo non vuole.
Lui non è il pifferaio magico. Dice svegliatevi!
Poi il richio c'è. Concordo! Si chiama "populismo"!
Ma la blogosfera non può fare questo errore. L'autocelebrarsi e il compiacersi a chi giova?

E infine non posso che postare digitalmente un grosso grazieeeeeeeeeeeee che ho già esteso di persona a Daniele (a sua moglie e a suo figlio), a Miketrevis e a tutti quelli che non ho citato perchè non ho ancora letto i post.

Se volete mettermi i link dei vostri blog nei miei commenti e vi ricambierò tutti con un grazie infinito di persona.




Terrazza Vega, originally uploaded by gigi.cogo.


http://www.firstdraft.it/2007/05/15/cronache-dal-mio-primo-barcamp/

http://iosonosenzaaggettivi.blogspot.com/2007/05/venetocampexpo.html

http://www.plzalliance.com/2007/05/14/venetocamp-live

http://oltreelearning.blogspot.com/2007/05/barcamp-veneto-in-pieno-svolgimento.html

http://www.argonline.it/territori/territorio_cinque/furri_ovadia.html

http://www.plzalliance.com/2007/05/14/venetocamp-dettagli-della-giornata/

http://blog.yooplus.com/?p=14

http://brakko.blogspot.com/2007/05/barcamp-venetocampexpo.html

http://www.edtv.it/2007/05/15/su-cio-che-separa-lattimo-fuggente-dal-venetocamp/

http://mkvs.wordpress.com/2007/05/15/barcamp-tra-alti-e-bassi/

http://www.vibesdigital.net/2007/05/15/venetocampexpo-conoscersi-alla-web-20/

http://tempodaperdere.blogspot.com/2007/05/il-mio-venetocamp.html

http://tassoblog.blogspot.com/2007/05/venetocamp.html

http://woodle.it/bloglearning/?p=25

http://oltreelearning.blogspot.com/2007/05/barcamp-veneto-in-pieno-svolgimento_14.html

http://intranetmanagement.splinder.com/

http://www.blublog.it/2007/05/16/pro-e-contro-del-veneto-barcamp

http://www.lucasartoni.com/2007/05/16/qualche-opinione-relativa-ai-barcamp/

http://blog.castaspell.it/2007/05/17/divulgazione-il-venetocamp/

http://formanova.wordpress.com/2007/05/17/venetocamp-fuori-dai-riflettoridentro-la-scena-che-conta/

http://www.marcoziero.it/fatti-di-vita-quotidiana/barcamp-veneto-marghera/


Al prossimo Veneto Barcamp!

9 commenti:

sacha catalano ha detto...

sapevo di perdermi un grande evento informale;-)...ma al prossimo ci sarò.Stupenda l'idea del parco o della montagna. A presto.

Adriano ha detto...

Ooops... il link giusto è questo:
http://woodle.it/bloglearning/?p=25

Gianni Marconato ha detto...

Grande esperienza. Grazie Gigi, e sotto con la prossima iniziativa. Non mancherò (della serie: va avanti ti che a mi mi vien da rider....)

Bertaz ha detto...

Davvero una magnifica giornata. Se non fosse che si torna a casa distrutti (e in minima parte perchè non posso stare a casa tutti i giorni dall'Università) lo farei tutti i giorni!
Belle ed interessanti le presentazioni di tutti, sia al Junior camp che nella sezione pomeridiana.
Ora, se la memoria non mi inganna, se non faccio casino con i nomi (e di solito ne faccio parecchio) e se la vista non mi abbandona già alla mia tenera età di 20 anni, tu Gigi dovresti aver fatto la presentazione prima di noi! Quella sui video e i giovani, no?
Veramente ben fatta, complimanti! :-D

Vladi ha detto...

Un resoconto sulla giornata di ieri:
http://www.firstdraft.it/2007/05/15/cronache-dal-mio-primo-barcamp/
Grazie e complimenti Gigi, alla prossima

vladi

Adriano ha detto...

Mi sa che condividere la conoscenza bisogna prima di tutto avere una conoscenza da condividere e deve anche essere una conoscenza che ha una certo valore perché sennò che cosa ce ne facciamo?
Allora i Barcamp sono una cosa ancora allo stato nascente che secondo me si trasformeranno rapidamente. Devono farlo perché altrimenti tra un po' passeranno di moda e sarà un'occasione perduta. Ma trasformarsi come? Quello che piacerebbe a ne è che riuscissero a trovare il modo di diventare i luoghi dove la conoscenza si produce. Possono farlo perché – a differenza dei convegni normali – hanno un prima e un dopo che sono altrettanto ricchi del “durante”. Ci sarà pure un modo di auto-organizzarci in modo da potenziare il lato “laboratorio” a fianco di quello di quelli “incontro-festa-condivisone. Pensiamoci.

Luigi Bertuzzi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luigi Bertuzzi ha detto...

Il mio resoconto e .. piano d'azione in cerca di benedizioni e di sostegno .. l'ho prodotto come sproloquio troppo ragionato .. a far di meglio ci ho provato ma senza successo :-(
Sto facendo casini perfino con i commenti
Non riuscirò a mandare avanti altri contributi fino a fine mese. Sabato vado in Spagna .. Barcellona e Madrd .. olè.

Nicola ha detto...

Complimenti per l'iniziativa e per l'organizzazione. Non è mai facile organizzare un evento del genere, sopratutto all'interno di una struttura "chiusa" come il VEGA.
Interessante l'intervento su Second Life, se realmente si svilupperanno avatar con le reti neurali potrebbe uscirne qualcosa di interessante e non solo un mondo virtuale discutibile dal punto di vista sociologico.
Sinceramente mi aspettavo un profilo un po' più tecnico ma ripensandoci bene se si vuole "condividere la conoscenza", bisogna cercare di far capire anche ai profani che un uso critico e intelligente di alcune risorse (blog, wikipedia, twitter ecc.) va visto senza ombra di dubbio positivamente. Visto in quest'ottica, il barcamp è stato senza ombra di dubbio positivo.