06 apr 2007

La «conoscenza» deve diventare la quinta libertà comunitaria, afferma Potocnik.

Chi è Potocnik?
Ma è il commissario europeo per la scienza e la ricerca.
L'affermazione è condivisibile e sottoscivibile.
Cito anche un estratto da Cordis:

clipped from cordis.europa.eu
In realtà il Libro verde, dal titolo «The European Research Area: New
Perspectives» (Lo Spazio europeo della ricerca: nuove prospettive) illustra le
misure necessarie a introdurre nell'Unione una «quinta libertà», quella della
«circolazione della conoscenza», che andrebbe a completare le quattro libertà
sancite dal Trattato, che protegge la libera circolazione di merci, servizi,
capitali e lavoratori.
powered by clipmarksblog it



Technorati tags: ,,

1 commento:

Marco ha detto...

Qualcosa di simile afferma anche Ralph Dahrendorf, quando parla dell'istruzione come "diritto civile primario".