20 mar 2007

Ebbene ci proviamo!

Proviamo a mettere insieme vecchio e nuovo, diavolo e acqua santa, informatica industriale e passione per il bit.

Proviamo a fare di Venetocampexpo un momento di INCONTRO!









Siamo solo agli inizi, ma si stanno delineando ottime opportunità e adesioni di un certo rilievo.
Parta dunque il tam-tam dei blogger veneti e di tutti quelli che vorranno esserci!

Technorati tags: , ,

9 commenti:

micampe ha detto...

Il presidente della regione, manager, dirigenti, responsabili di aziende varie "enterprais" e altre persone in giacca, premiazioni non ben definite, orari e presentazioni già definite...

Senza offesa, ma qualcuno degli organizzatori, l'ha mai visto un BarCamp? o almeno, ha capito qual è lo spirito?

Gigi Cogo ha detto...

Nulla di offensivo.
Mi continuo ancora a chiedere perché i blogger tendono a ghettizzarsi e non ad aprirsi!
Mah....e a non identificarsi.
Vuoi vedere che alcuni ambienti "in giacca e cravatta" sono meno "conservatori".
Io lancio la sfida.......vedi anche il post:
http://webeconoscenza.blogspot.com/2007/03/un-po-di-nervosismo-serpeggia.html

Luca Moretto ha detto...

giacca e cravatta o senza giacca e cravatta penso che non sia quella l'importanza. Finalmente un grande passo anche nel veneto.

micampe ha detto...

Gigi, non è questione di ghettizarsi o essere conservatori. Il BarCamp è nato per promuovere un certo spirito. Eventi come questo sono diversi, li ho frequentati e possono essere altrettanto interessanti, ma secondo me sono diversi, sono altro, non un BarCamp e il problema non è di certo la sponsorizzazione.

Tutto ciò detto da uno che nemmeno si sente di essere un "blogger".

P.S: se per non identificarsi intendevi non dire chi sono, non so che informazioni mostri Blogger nel profilo, ma ho usato direttamente il mio nome.

EdTv ha detto...

D'accordo sull'apertura.
Anzi: contentissimo se c'è un dibattito aperto con istituzioni e aziende.

Ma che le istituzioni e le aziende siano al corrente di quale sia lo spirito di un BarCamp. Il problema non è mio, è loro.

P.s. basta con sta cosa del non identificarsi, basta un click e si capisce subito con chi parli, no?
P.p.s Michele cos'hai contro la giacca e la cravatta? Se ti presente in felpa col cappuccio ti meno ;)

Gigi Cogo ha detto...

Faremo di tutto per mettere a conoscenza tutti di quali sono i ruoli delle parti.
Ma la sfida è incontrarsi, non dividersi.
Il concertto di "sistema", secondo me deve entrare anche nella testa dei blogger. Facciamo parte del "sistema italia" che si deve innovare. Che deve vincere la sfida dell'innovazione. Non quella tecnologica, quella della cultura digitale.
Se ci mettiamo in cattedra siamo visti come "chiusi" e "saccenti".
Spesso ho definito la PA molto simile al Vaticano. Ho usato questa metafora in diversi interventi pubblici.
Il Vaticano riflette 1000 anni prima di cambiare idea e rimuovere un dogma. E' lento? La PA è uguale è talmente piena di regolamenti, lacci e lacciuoli che tutto ciò che per noi è nuovo è visto come un pericolo. Questo è il bello della sfida.
Io sono un dipendente pubblico e mi occupo di innovazione. Ho lavorato anche nel privato e, permettetemi, ma la sfida nel privato è semplice. Se porta profitto un' innovazione si intraprende. Punto.
Nel pubblico è diverso. L'innovazione rimuove incrostazioni e rendite di posizione.
Perchè i blogger dovrebbero dire non vedo non parlo non sento?
Non tratto con questa realtà?
E' facile pontificare la purezza dietro lo schermo di un pc.
E' facile poter dire tutto e il contrario di tutto senza contradittorio.
La sida, secondo me, è accettare il contradittorio. Contrapporre argomentazioni valide.
Non è la cravatta che rappresenta la buona idea. Ma nemmeno la felpa.
Proviamo a uscire dallo schema del tifo che mi sembra da LUG.
Io pinguino tu satana!
Per piacere. Le idee si fanno circolare, sempre e ovunque.
Senza paura.
Si, so cos'è un barcamp, ma fatevi un giro a vedere quelli americani.
Troverete sponsor, venditori di lotterie 2.0, panini imbottiti e coca cola.
Per piacere, puntiamo alla sostanza.
Grazie per gli interventi

EdTv ha detto...

Gigi
pieno accordo.

Ma, davvero, guardo al mondo completamente privo di qualsivoglia pregiudizio. Figuriamoci a un VenetoCamp ;)

See Ya

Natascia ha detto...

Ciao
sono contenta che alla fine la cosa si stia ingrandendo e quindi la valuto con interesse. Voglio solo fare una precisazione sul discorso FINALMENTE un barcamp nel Veneto. Per chi non lo sapesse c'e' ne uno la prossima settimana, il trainerscampVicenza con un bel po' di gente (scusate la foga ma sono l'organizzatrice.. :) ), non grandi sponsorizzazioni, una cosa piu' "casereccia" ma promette bene. In piu' anche in occasione della fiera dell'innovazione di Udine (che non e' Veneto ma NordEst ed e' importante lo stesso...) vi e' stato l'ActionCamp.
L'importante e' non far diventare questo barcamp una conferenza del solito tipo. Per il resto, piu' dibattito gira e meglio e'.

ps. nello spirito dei camperisti...quando si modificano le pagine di un barcamp per pubblicizzare il proprio...si fa anche il viceversa.... :)
Natascia

Natascia ha detto...

Scusate l'errore :) del precedente post....ho digitato un errore grammaticale...non tiratemi pomodori... :)

Per chi non lo sapesse c'e' il trainerscampVicenza la prossima settimana....

mi sono fatta prendere dalla foga di scrivere di getto perche' quando vedo che se si muovono i grandi nomi allora si muovono tutti....

Mah