24 gen 2007

Elearning 2.0, o condivisione anarchica?

Mi stavo inoltrando nella roadmap di Moodle e nelle visioni future di questa comunità che, ormai, è un dato di fatto, indiscutibile e reale. Una rete di reti e di esperienze che va dalle Università, agli Enti Pubblici alle aziende e chissa dove:
Vedere http://moodle.org/sites/ per capire l'entità relativamente ai soli siti registrati.

Siamo davvero, passatemi il termine, alla "edusfera" un genere dell'elearning 2.0 che probabilmente metterà in rete anche l'identità degli user, e l'interoperabilità dei vari sistemi basati su Moodle:
Leggasi in inglese (http://docs.moodle.org/en/Moodle_Network)

In effetti la spinta delle reti sociali, e della partecipazione alla costruzione della conoscenza con una moltitudine di teacher e tutor che condividono assieme ai discenti le esperienze e le buone pratiche, è una realtà molto prossima.

Un esperienza che avevo tracciato alcuni mesi fa è: edublogs. Un prototipo di "calderone della conoscenza - edu -" strutturato sugli strumenti di base del 2.0 wiki e blog.
Ma ormai è un fiorire di iniziative che potranno esprimere il loro valore massimo solo se saranno rete di reti.
Ecco perchè vedo in Moodle una specie di wikipedia dell'elearning. Forse sarò smentito ma non vedo comunità altrettanto diffuse da scalzarlo da questo ruolo.

O forse si! Basta chiamarlo Sloodle! Anche se, al sottoscritto, l'approccio Second life di Sloodle non entusiasma molto :-)



Technorati tag

Nessun commento: