5 apr 1997

PIANETA BBS - Il mestiere di Sysop (2a parte)

Se sei arrivato qui da Google, sappi che l'articolo che cercavi è stato spostato altrove e più precisamente qui:

http://www.webeconoscenza.net/1997/04/09/pianeta-bbs-il-mestiere-di-sysop-2a-parte/

Se vuoi seguire il nuovo blog con gli rss, abbonati qui:

http://feeds2.feedburner.com/webeconoscenza/fPQu

_____________________________________________________________






Articolo originale per Punto Informatico:
http://www.gigicogo.it/articoli/bbs13.html



In sintesi:

Abbiamo scelto di fare il Sysop. Cosa ci aspetta in questa nuova avventura? Come sarà la gestione?


Nel numero precedente abbiamo analizzato i presupposti, la pianificazione e le dotazioni di base per attivare un sistema BBS. A questo punto prepariamoci a gestirla.

Gestire un sistema BBS significa dedicare gran parte del proprio tempo a questa attività. È meglio saperlo subito e prevenire le inevitabili crisi che deriveranno dal passare giornate intere davanti al computer con conseguenti malumori di mogli, fidanzate o genitori.

Succederà spesso che il sistema non funzionerà adeguatamente, che gli utenti vorranno mille implementazioni e servizi (per poi accorgersi che non li useranno), che Tizio si lamenta di Caio e che Sempronio ha dimenticato la password e che la nuova release del nostro software di gestione ha più di un bug ecc. ecc.

Senza contare il tempo "giornaliero" per rispondere alle Email degli utenti per aggiornare le ultime release dei file shareware, per fare i backup, le statistiche, chattare con i nuovi arrivati, ripulire i log ecc ecc.

È chiaro che a questo punto un aiuto è necessario e quindi bisognerà circondarsi per lo meno di un Cosysop e, ancora meglio, di alcuni moderatori e sviluppatori. A tutti questi bisognerà dare la massima libertà, saperli coinvolgere e stimolare al punto giusto e, nonostante tutto ciò, succederà che ci lasceranno a metà percorso con l'onere ulteriore di dover ultimare le cose che hanno lasciato a metà. Per ogni BBS c'è un solo SYSOP con la S maiuscola, tutti gli altri sono aiuti sporadici che non saranno mai coinvolti nell'attività della BBS come il vero Sysop. Questa è una legge naturale e spietata e spesso chi avete allevato con tanto amore si renderà autonomo e tenterà di creare una sua BBS in concorrenza con la vostra.

Un altro aspetto da mettere in preventivo è la depressione da statistiche. Ogni sysop desidera che il proprio sistema cresca a dismisura e superi tutti gli altri sistemi esistenti in quantità e qualità di chiamate (accessi). Tutte le BBS hanno un programma statistico che serve innanzitutto al sysop stesso per monitorare la salute del sistema e dovrebbe servire agli utenti per sapere chi si connette, a che ora lo fa, quanti file preleva ecc. ecc.

Succede inevitabilmente a tutte le BBS che prima o poi l'entusiasmo svanisca e gli utenti si colleghino sempre più raramente o, addirittura, non si colleghino più. In effetti la concorrenza è tanta e i fattori determinanti sono talmente diversificati che non si può stare immobili a leccarsi le ferite, ma bisogna darsi da fare nel pubblicizzare il sistema con volantini, inserzioni nei giornali, annunci radiofonici ecc. ecc.

Nessun sistema BBS (come nessun prodotto sul mercato) può crescere senza pubblicità, e questa regola va rispettata anche a costo di dover investire del denaro.

Ma alla fine quanto ci costa tutto questo?

Se vogliamo sintetizzare a larghe spanne il costo per l'avvio di un sistema BBS di buona fattura (non commerciale) dobbiamo stimare un investimento HW e SW di circa 10.000.000, un investimento pubblicitario di circa 1 o 2.000.000 e un ulteriore investimento ore/uomo di circa 10.000.000 (ma quest'ultimo, di solito, non rientra nel conteggio).

A questo punto esistono due possibilità: lavorare in perdita per passione o istituire una tariffa di accesso che permetta di ammortizzare le spese. La prima ipotesi è ben vista dagli utenti che per natura sono molto restii a versare denaro per l'accesso a sistemi che, per loro natura, sono "amatoriali". La seconda presuppone una potenziale perdita di utenza (quelli che non accettano a priori il pagamento di una quota) e l'erogazione di servizi ad alta qualità che giustifichino il costo dell'abbonamento.

Gigi Cogo

Il redattore di questa rubrica è raggiungibile via Email e Web ai seguenti indirizzi: Email: gigi.cogo@bigfoot.com - Web: http://bbs.venezia.net - BBS excalibur IP: @bbs.venezia.net

Questa rubrica esce solo al sabato. I sysops interessati possono contattarlo per recensioni. I numeri arretrati sono reperibili presso: http://www.geocities.com/SiliconValley/Heights/7526/archivio.html. Nei limiti del possibile cercheremo di visitare tutti i sistemi proposti.

Nessun commento: