22 mar 1997

PIANETA BBS - FirstClass (terza parte)

Se sei arrivato qui da Google, sappi che l'articolo che cercavi è stato spostato qui:

http://www.webeconoscenza.net/1997/03/22/pianeta-bbs-firstclass-terza-parte/

Se vuoi seguire il nuovo blog con gli rss, abbonati qui:

http://feeds2.feedburner.com/webeconoscenza/fPQu

_____________________________________________________________




Articolo originale per Punto Informatico:
http://www.gigicogo.it/articoli/bbs11.html


In sintesi:

Continua la nostra navigazione nel mondo di FirstClass. Addentriamoci nell'architettura del sistema


Uno dei punti di forza di FirstClass è sicuramente la sua architettura che allo stato attuale non ha pari. Un server FirstClass supporta i protocolli di rete più diffusi come TCP/IP, IPX/SPX, AppleTalk e persino X25 per cui è adattissimo come sistema LAN e addirittura WAN.

Quando due server FirstClass devono stabilire un collegamento stabiliscono un gateway che viene visto da entrambi i sistemi come un utente virtuale, dotato del suo userID. Questo favorisce un sistema di routing che garantisce ad ogni server di rete di vedere anche gli altri e di condividere (o scambiare) risorse e pacchetti.

Nelle reti FirstClass è semplicissimo configurare conferenze globali e scambio di messaggistica fra i vari sistemi. In Internet tutto questo si appoggia sul TCP/IP ed ecco che le BBS FirstClass di tutto il Mondo sono di fatto collegate fra di loro. Per quelle non dotate di IP fisso si può ovviare con lo scambio in modalità UUCP ed il gioco è fatto.

Grazie all'interfaccia grafica (personalizzabile dall'utente) compatibile sia con il sistema operativo Windows o Mac e alla modalità emulazione terminale VT100, FirstClass garantisce un apertura verso tutti i mondi client e quindi un utente amiga collegato in emulazone vt100 può scambiare posta con un utente Mac collegato in modalità grafica oppure partecipare a forums con utenti Windows. Questa caratteristica lo pone al vertice dei sistemi aperti per BBS e ne garantisce una diffusione mondiale senza pari.

La filosofia Client/Server che accompagna un sistema FirstClass può essere utile nel configurare una LAN e nel dotarla di caratteristiche Intranet legate soprattutto alla parte messaggistica (la grafica, per ora, non supporta l'html) che ben si addice ad un azienda di medie dimensioni che necessiti di un ambiente operativo per condividere file, messaggi e cartelle in modo amichevole e trasparente.

L'ambiente grafico che appare dopo il collegamento ad una BBS FirstClass è di tipo Desktop con diverse icone che si spargono nella scrivania elettronica. Queste icone possono essere cartelle o conference e mediante un doppio click si apriranno per mostrarne i contenuti e attivare una navigazione di tipo gerarchico al loro interno.

Le cartelle principali sono sicuramente la Mailbox che contiene la posta personale e la cartella News che contiene le novità sulla BBS e le eventuali policies. Quasi sempre una cartella FILES contiene i client aggiornati ed eventualmente help file e manuali per un corretto uso del BBS.

Le altre cartelle contengono le conference pubbliche, quelle private e quelle relative ai vari Network come OneNet Italia per le BBS di casa nostra. Non mancano le ricchissime aree file dedicate sia al mondo Windows che Mac oppure relative ai tematismi che caratterizzano la BBS.

Con questo articolo termina la sezione FirstClass che verrà ripresa per le singole recensioni dei sistemi.

Dal prossimo numero vedremo Wordgroup della Galacticom un altro interessantissimo sistema BBS completamente integrato con la filosofia Internet.

Gigi Cogo

Il redattore di questa rubrica è raggiungibile via Email e Web ai seguenti indirizzi: Email: gigi.cogo@bigfoot.com - Web: http://bbs.venezia.net - BBS excalibur IP: @bbs.venezia.net .

Questa rubrica esce solo al sabato. I sysops interessati possono contattarlo per recensioni. Nei limiti del possibile cercheremo di visitare tutti i sistemi proposti.

Nessun commento: